F2 | Prove Libere: Vips primo davanti a Iwasa e Pourchaire.

F2 | Prove Libere: Vips primo davanti a Iwasa e Pourchaire.

22 Luglio 2022 0 Di Alberto Ghioni

Scende in pista per la prima volta durante questo weekend la F2, per la prima ed unica sessione di prove libere. Alcune novità negli schieramenti dei piloti: fuori Hughes, positivo al covid, dentro Beckmann.

I primi giri

Scendono in pista le prime vetture, su un asfalto che tocca quasi i 50° gradi di temperatura, fattore da non sottovalutare lungo tutto il fine settimana. I primi tempi segnati non sono significativi, con molti piloti che fermano il cronometro ben sopra i due minuti. Hauger sale al comando con il tempo di 48.9, seguito da Cordeel a circa 6 decimi di distanza.

f2

Dopo poco, però, viene esposta la bandiera gialla e dunque la Virtual Safety Car: Federik Vesti è fermo al termine del secondo settore. La macchina del danese viene rimossa in fretta e la sessione riparte senza l’esposizione della bandiera rossa. Alcuni piloti iniziano quindi a cercare un tempo significativo per capire quali siano le prestazioni della macchina, tra questi Drugovich e Doohan.

f2

Hauger nel frattempo si migliora ulteriormente, ma viene scavalcato nell’ordine da Drugovich, Lawson, Verschoor e Armstrong. Il brasiliano si mette a dettare il passo con un tempo di 1.47.551, mentre Sargeant si rende protagonista di un pericoloso testacoda nel terzo settore, senza però causare danni alla vettura. Vips, poco dopo, sigla un 1.47.090, mettendosi a dettare il passo, davanti a Doohan e a Sargeant.

f2

Tempi che si migliorano

Ci pensa Iwasa ad abbassare ulteriormente l’asticella, siglando un 1.46.755 che gli vale 3 decimi di distacco dal pilota estone. Doohan si avvicina al giapponese, mettendosi a 2 decimi dal tempo siglato precedentemente e salendo in seconda posizione. Tocca poi a Pourchaire prendere le redini della classifica di questa sessione di F2: il pilota francese fa siglare il tempo di 1.46.723 e si mette al comando.

Immagine

A 20 minuti dalla fine, quasi tutti i piloti rientrano ai box per cambiare gomme e la sessione entra in una fase di stallo momentaneo. Pourchaire e Doohan si esibiscono in due traversi non da poco, con il secondo che è addirittura costretto a rientrare ai box a causa del suo aver perso il posteriore.

Si migliora Verschoor che sale in nona posizione, così come Lawson, Caldwell e Beckmann, ma senza che nessuno guadagni un grande numero di posizioni. Drugovich si rende protagonista di un fuori pista, mentre Iwasa si rimette al comando con un tempo di 1.46.667, superando Pourchaire. Vips supera il giapponese, mettendosi davanti a tutti con un distacco di circa un decimo.

Immagine

Lawson va in testacoda alla penultima curva, riuscendo a rimettersi dritto senza andare fuori pista e causare danni alla macchina. Vips lima di qualche centesimo il suo miglior tempo, nonostante un traverso non indifferente nel terzo settore. A 3 minuti dal termine, Hauger si ferma facendo uscire la virtual safety car.

La sessione non viene fermata per molto, permettendo ai piloti di prendere ancora un po’ di confidenza con il tracciato. Il tempo non è sufficiente però per migliorare ulteriormente i tempi, eccezion fatta per Daruvala e Armstrong, congelando di fatto la classifica fino all’esposizione della bandiera a scacchi. Nonostante ciò, Pourchiare fa in tempo a far registrare un testacoda che lo costringe a fermarsi in pista.

Immagine

Ecco i risultati definitivi:

Immagine
+ posts