Leclerc rivela il motivo di un primo tentativo “lento” in Q3.

Leclerc rivela il motivo di un primo tentativo “lento” in Q3.

23 Luglio 2022 0 Di Nicola Cobucci

Charles Leclerc afferma che il tentativo di prendere la scia di Sainz nel primo tentativo è andato male e ha spiegato cosa non ha funzionato nel primo run.

Anche se Sainz inizierà la gara del Paul Ricard di domenica dal fondo della griglia a causa del suo cambio al motore del ritiro post-GP d’Austria, la Ferrari ha convinto lo spagnolo a passare in Q3 in modo da poter aiutare Leclerc nella sua battaglia con Max Verstappen per la pole.

Nel segmento finale della qualifica, Sainz ha preceduto ogni volta Leclerc fuori dai box. Nei due run, Leclerc si è allontanato alla fine dell’outlap per evitare l’aria sporca dell’auto del suo compagno nel primo settore. Sainz ha aspettato che attraversasse la chicane Mistral prima di trainarlo attraverso Signes e fino a Le Beausset.

Anche se Leclerc ha preceduto Verstappen di 8 millesimi in Q3 dopo il primo run, ha guadagnato 2 decimi rispetto al suo precedente record personale nel secondo settore sull’1’30.872 che gli ha assicurato la pole.

Leclerc ha detto che ciò era dovuto al fatto che il primo tentativo era andato storto poiché tali tattiche sono “abbastanza complicate da ottenere esattamente nel modo giusto.”

Charles Leclerc afferma che il tentativo di prendere la scia di Sainz nel primo tentativo è andato male e ha spiegato cosa non ha funzionato nel primo run.

“Il primo giro forse eravamo un po’ troppo vicini nelle curve 8/9, quindi ho perso un po’ lì e non ho guidato nel miglior modo possibile“, ha detto nella conferenza stampa post-qualifiche.

“E poi nel secondo giro l’abbiamo perfezionato ed è stato meglio. Abbiamo fatto un buon lavoro dal punto di vista della comunicazione e quindi Carlos mi ha aiutato ed è stato fantastico.”

seconda della Q3, abbiamo fatto un buon passo nella giusta direzione”.

Sainz ha chiuso nono, davanti a Kevin Magnussen, anch’esso penalizzato. Lo spagnolo ha rivelato dopo le qualifiche che la Ferrari aveva pianificato di utilizzare la tattica delle scie pensando alla sua penalità.

“L’obiettivo era quello di arrivare in Q3 per dare il traino a Charles due volte come abbiamo fatto”, ha detto Sainz. “Quindi, era il piano per l’intero weekend.

“Sapevo cosa fare dall’inizio e penso che l’abbiamo eseguito bene.”

+ posts