Alonso in Aston Martin: le previsioni di Brundle

Alonso in Aston Martin: le previsioni di Brundle

2 Agosto 2022 0 Di Daniele Donzelli

Brundle ha parlato della recente novità che riguarda Alonso in Aston Martin. L’inglese prevede che Fernando spingerà al massimo il suo nuovo team per portarlo dove merita. Inoltre, pensa che ci saranno delle scintille con Lawrence Stroll.

La notizia è di ieri, ed è quella di cui tutti parlano all’interno del paddock: Alonso ha firmato un biennale con Aston Martin. Questo spostamento accenderà il mercato, e non si parla solo di Piastri. Alpine ha deciso di far posto al giovane talento australiano, decidendo di sacrificare Alonso. Dal canto suo, lo spagnolo probabilmente non avrebbe accettato un contratto annuale. Il veterano ha ancora tanta voglia di correre, e due anni con un team da risollevare come Aston Martin sembrano un buon compromesso per tutti, in fin dei conti.

L’arrivo di Alonso deve necessariamente dare una scossa in casa Aston Martin. Gli inglesi non sono riusciti a sfruttare a dovere il nuovo regolamento, e al momento si trovano solamente in nona posizione nel costruttori. Proprio di questo ha parlato Martin Brundle, ex pilota di Formula 1 attivo tra gli anni 80 e 90. Il britannico crede che Alonso sia “una forza della natura”, come riportato da racingnews365.com. L’inglese, inoltre, prevede delle scintille.

“Fernando è una forza dela natura fuori e dentro la pista, spingerà molto la sua nuova scuderia. Si è un po’ addolcito negli ultimi tempi, ma ci potrebbero essere facilmente delle scintille considerando che si unirà ‘all’azienda di famiglia’ Stroll. Ricordo di aver intervistato Fernando in griglia ad Abu Dhabi 2018. È stato molto convincente sul fatto che fosse realmente la fine della sua carriera in Formula 1, ma sarà in griglia almeno fino alla fine del 2024 all’età di 43 anni e con 400 gare di F1 alle sue spalle. Straordinario” ha detto Brundle di Alonso.

Infine, Brundle ha speso qualche parola sulla separazione tra lo spagnolo e l’Alpine. Secondo il britannico ha influito la differenza tra le offerte delle sue squadre. Aston Martin ha proposto un pluriennale, mentre Alpine non voleva rinnovare per più di un anno (per evitare di perdere Piastri).

“Sembra che Alpine non potesse o non volesse offrire ad Alonso un contratto da due anni, e il suo accordo con Aston Martin è stato ufficialmente descritto come pluriennale. Alonso è rimasto anche abbastanza deluso da come il suo compagno Esteban Ocon si è posto nella battaglia contro di lui, battagliando all’interno della squadra invece che concentrandosi sugli altri rivali” ha concluso.

+ posts