Wolff spiega perché è rimasto ‘impressionato’ da Mick Schumacher

Wolff spiega perché è rimasto ‘impressionato’ da Mick Schumacher

15 Dicembre 2022 0 Di Daniele Donzelli

Toto Wolff ha parlato della scelta di Mick Schumacher come terzo pilota. Il team principal è rimasto impressionato dalla sua metodologia.

Ora è ufficiale: Mick Schumacher è il terzo pilota Mercedes 2023. Il tedesco, dopo aver lasciato l’Academy Ferrari, la Haas e con essa la Formula 1, si appresta ad iniziare una nuova avventura. Il figlio d’arte non ha disputato una stagione incredibile, ma si è comunque fatto valere a bordo di una VF22. La sua mancata conferma è stata piuttosto sorprendente, anche se Steiner ha più volte dichiarato di preferire piloti esperti. Nonostante tutto, Schumacher non ha intezione di arrendersi, ed è stato accolto alla corte di Toto Wolff, la Mercedes.

La scuderia di Brackley ha permesso a piloti come Ocon e De Vries di ritornare in Formula 1 anche quando le possibilità non erano esattamente altissime. L’obiettivo del giovane tedesco deve essere ora quello di farsi trovare pronto, ma soprattutto di mantenersi attivo e motivato.
La prima impressione sul suo nuovo team principal sembra quella giusta: Wolff si è detto impressionato dall’etica del lavoro del nuovo arrivato, come riportato da racingnews365.com.

“Mick è un pilota giovane e talentuoso. Siamo felici che faccia parte della squadra. È un grande lavoratore, ha un approccio calmo e metodico ed è ancora voglioso di imparare e migliorare come pilota. Queste sono tutte qualità importanti e siamo contenti che lui ci possa dare una mano a sviluppare la W14. Inoltre, crediamo che con due anni di esperienza in Formula 1, sarà pronto a salire in macchina con breve preavviso per sostituire Lewis o George, se necessario” sono state le parole di Wolff.

Wolff spiega perché è 'impressionato' da Mick Schumacher

Schumacher avrà sicuramente la possibilità di lavorare con un campione come Hamilton e una giovane stella nascente come Russell, il che non può che aiutarlo a crescere. Inoltre, una squadra come la Mercedes farà sicuramente in modo di non farlo sparire dal mondo del motorsport, possibilmente da quello della Formula 1. Dall’altro lato, la scuderia di Brackley può sopperire alla mancanza attuale di giovani provenienti dall’Academy. Sia per la squadra di Wolff che per Mick, in fin dei conti, si tratta della soluzione migliore.

+ posts