Norris rivela cosa ha imparato grazie all’aiuto di Ricciardo

Norris rivela cosa ha imparato grazie all’aiuto di Ricciardo

30 Dicembre 2022 0 Di Davide Citterio

Lando Norris, ancora giovane e non del tutto esperto, ha dichiarato cosa ha imparato negli ultimi due anni dal navigato Daniel Ricciardo.

Lando Norris è un pilota con un ottimo potenziale e delle ottime doti, seppur sia ancora giovane – ha solo 23 anni – e debba imparare ancora tante cose. Il giovane pilota inglese, però, ha potuto apprendere molto negli ultimi due anni passati in McLaren al fianco del ben più esperto Daniel Ricciardo.

I due, purtroppo, dalla prossima stagione si separeranno, con Ricciardo che diventerà terzo pilota in Red Bull e Norris che resterà in McLaren, dove correrà la sua quarta stagione consecutiva.

Il 23enne ha, quindi, voluto rilasciare due parole all’emittente televisiva statunitense ESPN in merito al suo rapporto con Daniel e all’aiuto che il pilota australiano gli ha fornito, che gli ha permesso di migliorare soprattutto nell’ambito mentale e dell’approccio alle corse, in questi due stagioni.

“È stato un onore, è stato molto divertente. [Lui è] uno dei ragazzi più divertenti e anche dei ragazzi più simpatici, direi, nel paddock. Non ho incontrato tutti, ma sarò di parte nel dirlo” ha dichiarato Norris.

“Ho ancora potuto imparare moltissimo da Daniel. Il suo approccio alle corse, la sua mentalità con tutto ciò… Si vede nei momenti difficili come si mantiene così forte con tutto ciò e ha così tanta fiducia in se stesso”.

Lando Norris ride di fronte agli interventi comici di Ricciardo.
Lando Norris ride di fronte agli interventi comici di Ricciardo.

Dove è servito l’aiuto di Daniel

Il lato mentale è un aspetto importantissimo per un pilota di F1, che deve essere sempre pronto a fronteggiare tutto. Norris ha dichiarato di esseri trovato in difficoltà con questo aspetto, ma, fortunatamente, Ricciardo l’ha aiutato molto a migliorarsi in questo campo sia dentro che fuori dalla pista.

“È qualcosa con cui ho lottato molto quando sono entrato in F1 e qualcosa che ho potuto imparare molto da lui negli ultimi due anni” ha detto il nativo di Bristol.

Lando, inoltre, ha spiegato che l’ex compagno l’ha aiutato molto anche nell’aspetto relativo allo stile di guida: “Ma anche dal punto di vista della guida, come lui guida la macchina in molti modi, come puoi vedere quegli esempi di ciò che lo ha reso così bravo, e suppongo di aver provato a prenderli a bordo.

“Non è una cosa facile da fare, ma più ho potuto imparare da lui, meglio sono diventato e questo è sicuramente un bene per me” ha detto per concludere l’attuale primo pilota della McLaren.

+ posts