F2 | Juri Vips – Crederci sempre

F2 | Juri Vips – Crederci sempre

20 Gennaio 2021 0 Di Valentina Polcaro
Tempo di lettura: 3 Minuti

Hitech GP ha confermato Juri Vips per il 2021. Il pilota, nonostante la giovane età, non sarà un rookie al via del Gran Premio del Bahrain. Ripercorriamo la carriera dolceamara del campioncino.

Juri Vips, di passaporto estone, è un classe 2000 che ha iniziato la sua carriera in monoposto nel 2016, in Formula ADAC e Formula 4 italiana. In quell’anno, alla guida della sua Prema, si classifica rispettivamente 6° e 5° in campionato, vincendo il titolo rookie.

Nel 2017 prende il via della Formula ADAC, sempre con Prema, concludendo una stagione ad alti livelli e aggiudicandosi il titolo con 2 vittorie e 7 podi.

Il 2018 non porta grandi risultati all’estone che in Formula 3 Europea si classica 4° con la Motorpark, mentre al GP di Macao solo 19°. Helmut Marko adocchia il talento del giovane richiamandolo a sé nel Junior Team Red Bull, permettendogli di continuare la sua carriera.

L’anno successivo, quindi, ritrova competitività passando in Hitech GP ma non riesce a far meglio del 4° posto in classifica generale. È tra le strette stradine del difficile Gran Premio di Macao che emerge definitivamente il talento del giovane Vips, che riesce a portare la sua Hitech al 2° posto.

Dopo aver dimostrato la sua abilità nella gestione gara ci si aspettava un debutto nella categoria propedeutica per eccellenza, ma il Junior Team Red Bull ha preso una decisione alquanto inaspettata.

Helmut Marko ha, infatti, preferito far salire di categoria Yuki Tsunoda spiazzando gli appassionati di motori che davano per certa la presenza in Formula 2 di Vips. Red Bull ha deciso di mandare l’estone in Super Formula, ma Vips si è dimostrato pronto ad accogliere la sfida e ha dichiarato che è rimasto sorpreso che la squadra austriaca non lo abbia cacciato dal proprio Junior Team.

Dichiarazione che ci lascia intendere quanto Helmut Marko sia estremamente selettivo e decisamente molto duro nei confronti dei giovani talenti. Fortunatamente Marko si è ricreduto, tenendo il giovane estone con sé.

Juri non si è quindi dato per vinto e, oltre a correre la Super Formula, ha trovato un posto in Formula Regional per poter guadagnare punti preziosi per la Superlicenza.

Dopo l’infortunio di Gelael è arrivata la tanto sperata chiamata che lo ha visto disputare ben quattro appuntamenti in Formula 2. Ciò non ha permesso a Vips di partire per il Giappone, in quanto il paese prevedeva una quarantena forzata per entrare. Il pilota ha quindi preso la decisione di rimanere in Europa correndo solamente la Formula Regional e la Formula 2.

Scelta più che ripagata che ha permesso al pilota di dimostrare le sue innate capacità, cogliendo un inaspettato podio. Nel 2020, infatti, DAMS non ha avuto una stagione facile e per Vips, realizzare un podio dopo solo 4 gare in Formula 2, è stato un gran trampolino di lancio per il futuro.

Un finale di stagione che non poteva prospettarsi migliore per l’estone che ha anche avuto la possibilità di salire sulla Red Bull per i test post-stagionali riservati ai giovani piloti.

Scalata che ha portato alla conferma per la stagione 2021 in Hitech GP.

Insomma una carriera brillante che è stata sul punto di fermarsi, ma la pazienza e la voglia di arrivare gli hanno permesso di guadagnarsi il tanto agognato sedile in Formula 2.

Per chi ancora non conoscesse il talento di Juri Vips, potrebbe scoprirlo presto, quando lo vedrà guidare una HitechGP che, almeno sulla carta, può fare bene.

Chissà se Helmut Marko nella decisione di tenerlo aveva previsto la mentalità solida del giovane nel non farsi abbattere e cercare costantemente nuove sfide.

Non ci resta che aspettare il Gran Premio del Bahrain per vedere Juri Vips di nuovo in pista, all’inseguimento di un sogno chiamato Formula 1.

Website | + posts