Perché la Haas rischia di essere la vettura più lenta della griglia.

Perché la Haas rischia di essere la vettura più lenta della griglia.

1 Marzo 2021 2 Di Nicola Cobucci
Tempo di lettura: 1 Minuto

Il Team Principal della Haas Gunther Steiner afferma che il team ha già abbandonato lo sviluppo della sua vettura per il 2021.

Dopo un 2020 di certo non facile, concluso con il penultimo posto in classifica, il 2021 della Haas rischia di essere addirittura peggiore. Il team di proprietà americana sta spostando la sua attenzione completamente sulla vettura del 2022.

La decisione porta inevitabilmente al fatto che non sono previsti sviluppi sulla VF21 di quest’anno. Gunther Steiner ha ammesso che c’è il forte rischio di non sviluppare la vettura, accettando il rischio di poter terminare il campionato in ultima posizione.

“Sì, c’è quel rischio, ma dobbiamo convivere con quel rischio”, ha affermato il Team Principal della Haas in un’intervista rilasciata ad Autosport“Dobbiamo vedere il quadro generale nel medio-lungo termine, non nel breve periodo. È molto difficile recuperare il ritardo con le restrizioni aerodinamiche e il budget cup.”

 Gunther Steiner - Team Principal Haas

Steiner dice che la sua squadra è pronta per un anno difficile: “Sarà una stagione piuttosto impegnativa, lo sappiamo. Ci siamo preparati per questo. Faremo tutto il possibile per quest’anno, compromettendo il breve termine per i guadagni a medio e lungo termine. Questo è il nostro piano al momento.”

Alla domanda sugli obiettivi per questa stagione, Steiner ha sottolineato che l’obiettivo principale è quello di aiutare Mick Schumacher e Nikita Mazepin.

“Meno danni possibili, cercando di fare il meglio. Sarebbe un successo preparare i due piloti per il futuro entro la fine dell’anno. Avranno un anno per imparare, penso che sia una buona opportunità. La pressione non sarà così alta come quando si ha una buona macchina. Quindi penso che le nostre ambizioni siano realistiche. Vogliamo solo ottenere il meglio. Speriamo di poter lottare per qualche punto di tanto in tanto. Ma sarà dura – e siamo preparati per questo” ha concluso il Team Principal della Haas.

+ posts