Perché la Ferrari ha scelto Sainz? Parla Marc Gené…

Perché la Ferrari ha scelto Sainz? Parla Marc Gené…

16 Marzo 2021 0 Di Nicola Cobucci
Tempo di lettura: 2 Minuti

Marc Gené scommette su Sainz. Il commentatore spagnolo ed ex pilota della Formula 1 crede che il madrileno renderà le cose difficili a Charles Leclerc, soprattutto una volta che si sarà adattato alla squadra e alla macchina. Questo è il motivo per cui spera di vederlo davanti al suo compagno di squadra in alcune gare, poiché la Ferrari non ha un pilota numero uno definito.

“Leclerc parte da favorito perché conosce molto di più la squadra. Ti posso garantire che non c’è il numero uno e il numero due perché non ha alcun senso. Sappiamo che Leclerc avrà un vantaggio all’inizio. Sono sicuro che Carlos quest’anno sarà davanti a Leclerc in alcune occasioni. Mi aspetto di più dalla sua seconda metà della stagione”, ha affermato in un’intervista a Onda Cero.

Marc Gené: “Sainz no llega a Ferrari como segundo piloto” | Carlos Sainz  Jr., piloto de Ferrari en la Fórmula 1 -- F1 -- Autobild.es

Gené ha sottolineato che i due piloti Ferrari avranno le stesse armi. “Le macchine sono entrambe uguali. Sapranno sempre qual è il setup del partner e possono chiedere esattamente le stesse. Normalmente, non funziona per te perché hai una guida leggermente diversa dal tuo partner. E se uno ha una velocità di punta più alta, questo non dovrebbe accadere. Un motore può avere uno o due cavalli in più, ma non dovresti vedere una differenza di velocità nella telemetria”, ha detto.

La Ferrari ha rivelato che prima di ingaggiare Sainz hanno persino ascoltato i suoi team radio. Il catalano ha rivelato di far parte del gruppo di persone che hanno studiato a fondo l’assunzione dello spagnolo. Inoltre, ha spiegato l’intero processo e ha elogiato la forza mentale del madrileno.

“Sono stato coinvolto in questa decisione perché parte del mio lavoro è lavorare anche con i piloti ed è stato fatto uno studio dettagliato non solo dell’anno precedente. Nel mio caso, ad esempio, ho fatto un’analisi dalle loro prime gare in Formula 1. Fai delle statistiche, ma quello che decide veramente è Mattia Binotto. Ma si studia la storia di un pilota e poi ti interessa anche sapere come è a livello personale, la sua personalità, il suo atteggiamento. Una delle grande virtù di Carlos è la sua maturità, la sua forza mentale e che è un pilota tranquillo anche in situazioni estreme “, ha aggiunto alla fine.

+ posts