Brawn: “Verstappen come Schumacher”

Brawn: “Verstappen come Schumacher”

7 Settembre 2021 1 Di Daniele Donzelli

Ross ha espresso la sua opinione riguardo alle difficoltà di Perez, soffermandosi sul confronto con Verstappen

Sergio Perez è approdato in Red Bull al posto di Albon nel 2021, viste le difficoltà incontrate dal thailandese, che non ha retto il confronto con Max.

La stagione era iniziata abbastanza bene per il messicano, autore di una buona rimonta in Barhain, di una grande qualifica ad Imola per poi ottenere la vittoria a Baku e un podio in Francia.

Nell’ultimo periodo, però, sta incontrando qualche difficoltà di troppo. Il suo punto debole è la qualifica, spesso è costretto a partire da dietro e a rimontare.

Un esempio lampante lo possiamo trovare proprio nell’ultimo weekend, quello di Zandvoort.

Infatti è stato eliminato nel Q1, anche se parte della colpa va attribuita alla squadra che lo ha fatto uscire troppo tardi nell’ultimo tentativo, impedendogli così di migliorarsi.

Nel corso della gara, però, Perez ha rimontato fino all’ottavo posto, e quasi tutti i sorpassi della gara lo hanno visto protagonista.

Le parole di Ross

Il pubblico lo ha votato come pilota del giorno, ma Ross Brawn non è d’accordo, e sottolinea come il weekend di Perez sia caratterizzato da diversi errori, come lo spiattellamento della gomma in un tentativo di sorpasso su Mazepin.

Per una volta devo dissentire con i fan per quanto riguarda il pilota del giorno. Per me è stato Alonso, non Perez. Sergio era in fondo perché aveva un enorme spiattellamento alla gomma dovuto a un altro suo grave errore. Si potrebbe dire che la squadra ha sbagliato nel Q1, ma non superare il taglio con una macchina come quella che guida non è un buon risultato“.

L’inglese ha voluto soffermarsi anche sulla prestazione di Pierre Gasly, che ha portato a casa un ottimo quarto posto, affermando che Il motivo per cui ha fallito in Red Bull è da cercare non nelle sue qualità, ma in quelle di Max Verstappen”.

Ha speso inoltre qualche parola sul futuro che si prefigura per il francese, maturato dopo la retrocessione in Alpha Tauri:

Qualcosa accadrà per lui in futuro. Non rimarrà legato a Red Bull se non arriverà una seconda chance nel team principale. Penso che un’opportunità arriverà a un certo punto”.

Infine ha paragonato l’olandese a Michael Schumacher, viste le difficoltà che incontrano i suoi compagni di squadra:

Stiamo vedendo che nessuno può stare con Max nello stesso team. È un qualcosa che ho visto anche con Michael Schumacher: la differenza tra i due compagni di squadra può essere piccola, ma in qualche modo si moltiplica a causa della frustrazione di non essere mai in grado di colmare il divario con il primo pilota. Lo abbiamo visto con Pierre, con Albon e lo stiamo vedendo con Sergio. Max è semplicemente eccezionale e venire a patti con questo fatto è difficile per un suo compagno di squadra“.

Nonostante tutto, la Red Bull ha deciso di confermare Perez per il 2022, preferendo lasciare Gasly in Alpha Tauri.

Dichiarazioni prese da f1.com

Perez pronto per Verstappen: "Non ho nulla da perdere" - F1 Piloti -  Formula 1 - Motorsport
+ posts