Come potrebbe migliorare la Qualifica Sprint? La parola ai piloti…

Come potrebbe migliorare la Qualifica Sprint? La parola ai piloti…

17 Settembre 2021 0 Di Alessio Donzelli

Sono state numerose le proposte dei piloti per migliorare il format con la gara Sprint, cercando di aumentare lo spettacolo. A Norris piace l’idea di separarla dalla gara di domenica, Leclerc vorrebbe la griglia invertita, mentre Russell crede che dovrebbe essere allungata.

La Qualifica Sprint di Monza non è piaciuta a molti, perché i sorpassi sono stati molto rari. Le idee per modificarla sono molte, e l’obiettivo è quello di aumentare lo spettacolo, per evitare che, come successo a Monza, le posizioni alla fine del primo giro siano praticamente le stesse di fine gara. Non possono mancare, ovviamente, le opinioni dei piloti, che hanno detto la loro sui problemi riscontrati in questi primi esperimenti.

Le proposte

Ross Brawn aveva proposto di separare la gara Sprint dalla gara di domenica, inducendo i piloti a prendersi dei rischi in più senza la paura di rovinar l’intero weekend. È d’accordo anche Lando Norris, il quale crede che ciò potrebbe essere d’aiuto per i sorpassi: “Se la separassimo dalla gara di domenica, eliminando la paura di schiantarsi, potremmo prenderci un po’ più rischi senza influenzare la domenica, [potrebbe] almeno mescolare le carte un po’ di più”. In questo caso, però, bisognerebbe aumentare i punti ottenibili dalla Qualifica Sprint, altrimenti per molti questa sessione sarebbe completamente inutile.

Immagine

Anche Charles Leclerc ha detto la sua: secondo il monegasco il griglia invertita sarebbe la soluzione migliore. “È sempre una scelta difficile. Non è stata una gara emozionante, ma credo che ci sia stato un po’ di spettacolo nelle prime curve.” ha dichiarato il pilota della Ferrari “Ma diciamo che tutti sono al posto giusto così. Le vetture più veloci sono davanti, le più lente dietro.” Così, come spiegato da Charles, è veramente difficile superare, perché davanti ci sono solamente macchine più performanti. Perché non la griglia inversa del campionato? Allora potremmo avere più spettacolo.” ha quindi proposto.

Immagine

Il problema evidenziato da George Russell è invece quello delle gomme. Esse, con una gara così corta, non si usurano facilmente, e questo non è un bene per le possibilità di sorpasso. “La mia sensazione è che la sprint sia troppo corta e che le vetture stiano guidando al massimo ogni singolo giro, e ciò non offre possibilità di sorpasso. Normalmente quando si vede un sorpasso è per la differenza di [usura delle] gomme. […] Si ha la possibilità di sorpasso solo con la differenza di gomme e una gara di 100 km non ti dà questa possibilità. Forse abbiamo bisogno delle gomme più morbide o mettere obbligatoria la gomma soft. Sono contento che ci stiano provando, ma penso che per me finirai dove sei finito al primo giro.

Il britannico ha notato anche altri dettagli da modificare, che potrebbero essere importanti per il futuro della gara Sprint: “Ci sono anche alcuni altri fattori. Il programma è sempre un po’ più tardi nel pomeriggio, e la temperatura è più bassa, il che rende più facile anche [la gestione] gomme. Se la mettessimo a metà giornata, la temperatura della pista sarebbe di 10 gradi più alta, allora probabilmente ci sarebbe qualche gestione degli pneumatici. Ma in queste ultime due gare ora siamo andati al massimo ogni singolo giro e solo negli ultimi uno o due giri senti un po’ di usura sulla gomma, ma questo non è abbastanza per creare qualcosa di emozionante”.

Immagine

Le interpretazioni sono molte: la FIA ascolterà i piloti e proverà ad introdurre una di queste modifiche proposte?

Fonte delle dichiarazioni: racefans.net

+ posts