Giovinazzi e un pomeriggio anonimo: problemi alla radio e un colpo da Mick.

Giovinazzi e un pomeriggio anonimo: problemi alla radio e un colpo da Mick.

27 Settembre 2021 0 Di Nicola Cobucci

Il pomeriggio di Antonio Giovinazzi è stato gravemente compromesso perché ha dovuto fare affidamento sui segnali manuali del suo tabellone dei box, che inevitabilmente mancava del tipo di dettaglio necessario per gestire correttamente la sua gara.

Un problema alla radio giustifica, seppur in parte, un pomeriggio anonimo. Un problema che ha contribuito a renderlo uno degli ultimi piloti a rientrare ai box sotto la pioggia degli ultimi giri, seguito solo da Lando Norris e Charles Leclerc. Dopo aver perso posizioni in griglia per una penalità al cambio, la gara di Giovinazzi è andata storta dopo un contatto con la Haas di Mick Schumacher. Alla fine ha concluso la gara sedicesimo.

“Ho avuto contatti con non so chi alla curva 2, e lì ho perso un po’ di posizioni”, ha detto.

“Non avevo la radio dal primo giro, quindi era impossibile comunicare con la squadra, ed è stato difficile risparmiare il carburante. Ho provato a guardare la mia tabella sul rettilineo principale per vedere cosa dovevo fare, ma senza la radio era un casino. E poi anche con la pioggia alla fine non ho avuto comunicazione. Per me è stata una gara silenziosa, quindi una gara difficile dal primo giro.”

Un problema alla radio giustifica, seppur in parte, il pomeriggio anonimo di Antonio Giovinazzi.

“Era anche difficile sorpassare, quindi lì ho perso molto tempo. Poi quando ero in aria libera il passo era buono. Ma abbiamo perso molti giri.”

Dopo le ottime qualifiche nelle ultime due gare a Zandvoort e Monza, Giovinazzi aveva bisogno di una buona gara in Russia per mantenere vive le sue sbiadite speranze di aggrapparsi al sedile dell’Alfa, e un incidente nelle prove e la sua travagliata domenica pomeriggio gli hanno fatto pochi favori.

“Questo fine settimana è stato un po’ più difficile”, ha affermato Fred Vasseur a Motorsport.com.

“Ieri abbiamo avuto un problema con i freni. Non voglio dire che la gara sia andata male, perché abbiamo avuto troppi problemi. Il primo è stato il contatto alla curva 1. Mick ha urtato il posteriore di Antonio, è andato dritto, ha danneggiato il fondo e poi è rimasto bloccato dietro al gruppo.”

Un problema alla radio giustifica, seppur in parte, il pomeriggio anonimo di Antonio Giovinazzi.

“E poi abbiamo perso la comunicazione radio dall’inizio, quindi comunicavamo tramite la tabella, alla vecchia maniera. Non appena devi dare ordini sulla gestione e così via, è difficile. Non puoi dare tanti dettagli come quando parli e non puoi dire che devi risparmiare gomme o carburante a questo livello.”

“Non era affatto in grado di parlare. All’inizio siamo riusciti a parlare con lui, poi abbiamo perso la comunicazione.”

Riguardo alle speranze di Giovinazzi di restare aggrappato al sedile, Vasseur ha detto: “Non devi prestare attenzione a una sessione. Negli ultimi fine settimana il ritmo è stato davvero buono in qualifica a Zandvoort e Monza, e questo fine settimana penso che il ritmo fosse buono venerdì.”

+ posts