F1 | GP Turchia: Gasly davanti a tutti nelle FP3. Hamilton 19°.

F1 | GP Turchia: Gasly davanti a tutti nelle FP3. Hamilton 19°.

9 Ottobre 2021 1 Di Sebastiano Vanzetta

Pierre Gasly davanti a tutti nella terza sessione di libere su pista bagnata, seguito dalle due Red Bull. Bene le Ferrari, 4° e 5°. Hamilton solo 19°. Appuntamento con le qualifiche alle 14:00.

È il franco-milanese Pierre Gasly il più veloce di tutti nelle FP3 del GP di Turchia, una sessione bagnata dalla pioggia che ha visto i team prepararsi al meglio in caso di pista non asciutta per le qualifiche. Alle spalle del numero 10 dell’Alphatauri ci sono i “compagni” della Red Bull, con Verstappen 2° e Perez 3°. Bene anche le Ferrari, con Sainz 4° e Leclerc 5°, una prestazione che fa ben sperare, soprattutto per la rimonta che Carlos è chiamato a compiere domani in gara. Ha girato poco, invece, Lewis Hamilton, solamente 19°. Per lui nessun problema tecnico, ma un programma che non l’ha visto affrontare gli ultimi minuti della sessione. Bottas 9°.

Primi minuti e full wet

Il primo a scendere in pista, a 52 minuti dalla fine della sessione, è proprio Pierre Gasly, che seguito a ruota da Tsunoda entra con le full wet. Dopo poco escono anche Norris, Ricciardo, Sainz, Vettel, Schumacher e Mazepin, sempre con le full wet. C’è tanta acqua in pista, ma il grip è talmente migliorato rispetto all’anno scorso che dopo pochi giri Gasly comunica che le gomme cominciano già a surriscaldarsi troppo e che il secondo settore, a suo parere, è già da intermedie.

Entrano anche Leclerc e Stroll, mentre cominciano a vedersi dei tempi interessanti, seppur con gomma da bagnato. Si mettono in testa prima Norris e poi Sainz, che stampa un bel 1.36.299. Lo spagnolo è molto forte in questa fase, molto di più di Leclerc, forse perché Carlos pare girare con assetto leggermente più carico.

Si passa alle intermedie

I tempi cominciano ad abbassarsi e la pista comincia lentamente ad asciugarsi, favorendo il passaggio alle intermedie. A 39 minuti dalla fine entra anche Lewis Hamilton. Gasly va in testacoda nel terzo settore a causa dell’acquaplanning, così come Mazepin. Poco dopo Russell finisce in ghiaia dopo curva 2 e obbliga la direzione gara ad esporre bandiera rossa. È una fase concitata della sessione che vede parti della pista molto asciutte contrapporsi ad altre con evidenti pozzanghere che causano molti acquaplanning.

Dopo una manciata di minuti si torna in pista e comincia il valzer dei tempi tra Mercedes e Red Bull. Comincia Bottas che si porta in testa con un 34 basso, seguito poi da Hamilton che migliora il tempo del finlandese di 7 decimi scendendo sul 33.6. Verstappen entra carico come una molla e, noncurante del fatto che la prassi sia quella di non andare sui cordoli bagnati, stampa un 1.32.464.

La pista migliora ancora e Bottas si riporta al comando, seguito subito da Super Max in 1.31.043. Perez è il primo a scendere sotto il 31, ma la gioia dura poco perché Gasly stampa un 1.30.447 che resterà il miglior tempo della sessione.

Ultimi minuti della sessione

Gli ultimi minuti vedono i piloti girare tutti con le intermedie, senza episodi degni di nota a parte Alonso nell’erba nel primo settore e un unsafe release di Raikkonen ai danni di Mick Schumacher. Hamilton invece, che aveva fatto segnare dei buoni giri a metà sessione, forse già soddisfatto della prestazione decide di rimanere ai box concludendo anticipatamente le sue terze libere. Conclude solamente 19°, ma è chiaro che non sia un problema né della vettura, né di tempi sul giro. Sicuramente anche lui sarà in lizza per la pole. Ottime le Ferrari che concludono la mattinata in Top 5. Malino, invece, le McLaren, 14° con Ricciardo e 15° con Norris, che non sono riusciti a scendere sotto il minuto e 32.

Un’ interessante sessione che aggiunge, con la variabile della pista bagnata, un po’ di pepe in più in vista delle qualifiche delle 14:00. È prevista acqua per le 13 ma poi non dovrebbe più piovere.

Di seguito la classifica delle FP3.

+ posts