Flavio Briatore torna in Formula 1?

Flavio Briatore torna in Formula 1?

20 Ottobre 2021 0 Di Mattia Mancini

In un video pubblicato sui social insieme al Ceo della F1 Stefano Domenicali, l’imprenditore italiano annuncia quello che potrebbe essere un clamoroso ritorno.

F1 - Briatore torna in F1: nuove responsabilità per l'imprenditore  piemontese | Formula Uno Analisi Tecnica

Nella serata di lunedì, sul profilo Instagram di Flavio Briatore è apparso un breve video, della durata di 15 secondi al massimo, nel quale compariva insieme al Ceo della massima serie, Stefano Domenicali. Nel post, si annunciava: “Un nuovo capitolo della Formula 1 sta per iniziare. Vi porteremo tutte le emozioni, lo spettacolo, il divertimento e l’energia che questo fantastico sport merita”.

Il fondatore del “billionaire” ha un lungo passato nella categoria automobilistica più importante. Arrivato come direttore commerciale prima e direttore esecutivo dopo della Benetton, porta la scuderia legata al brand italiano da essere un team di piccole dimensioni ad essere un punto di riferimento. Ingaggia dapprima un pluricampione del mondo come Nelson Piquet, poi porta alla sua corte un giovane tedesco semi-sconosciuto di nome Michael Schumacher. Proprio quest’ultimo darà all’imprenditore di Verzuolo le prime soddisfazioni, con due vittorie raccolte tra il 1992 e il 1993, per poi esplodere letteralmente con due titoli piloti nel 1994 e 1995.

Divenuta Renault alla fine del 2001, la scuderia guidata da Briatore vive un momento di crisi dopo il biennio da sogno vissuto con Schumi, passato in Ferrari. Nonostante ciò, l’italiano non perde il fiuto per i talenti, ingaggiando nel 2003 un giovane pilota spagnolo, Fernando Alonso. L’iberico, nella sua prima stagione con il team francese, raccoglie una vittoria in Ungheria e numerosi podi, oltre alla pole position ottenuta in Malesia. Insieme i due, con l’aiuto del pilota italiano Giancarlo Fisichella, riescono a vincere sia il titolo piloti che costruttori, nel 2005 e nel 2006.

F1 | GP Singapore 2008: Il fattaccio - Storia - Motorsport

Si rende negativamente protagonista nel 2008, con il caso “Singapore-gate”, nel quale è accusato di aver indotto il pilota brasiliano Nelson Piquet Jr a ritirarsi volontariamente per permettere all’altro pilota della squadra, Alonso, di vincere il primo gran premio della storia in notturna. Nel settembre 2009 viene allontanato dallo stesso team francese ed indagato dalla FIA, che poi lo assolve, costringendolo a pagare una ammenda. Da allora, una lunga assenza dal mondo dei motori, fino al post di lunedì……

Secondo molti addetti ai lavori, Briatore potrebbe tornare in Formula 1 sotto forma di gestore di un nuovo team, che faccia da “squadra satellite” alla Alpine. Il marchio francese infatti non ha una scuderia clienti che compra i loro motori, e questo non è un bene. Per un punto di vista economico, visto che il pagamento dei motori porta molte liquidità nelle tasche dei costruttori, e anche per un punto di vista sportivo, dato che l’academy Alpine non ha sbocchi in F1 ed i giovani talenti non hanno la possibilità di esprimersi e di crescere (come accade invece per Ferrari e Red Bull).

C’è chi sostiene invece che “mister Billionaire” possa tornare non in veste di team principal di un nuovo team capeggiato da Alpine, ma come responsabile dell’area di ospitalità per personaggi illustri, inviati ad assistere ai gran premi dal vivo dalla Formula 1 stessa. E chi sarebbe meglio di Briatore, se fosse davvero questo il suo nuovo ruolo?

In un tutto questo trambusto provocato, c’è solo una cosa sicura: qualunque sarà il suo nuovo compito, lo scopriremo solo vivendo, e per un amante di questo sport, il ritorno di una personalità così accesa come quella di Flavio, non può che essere un bene.

+ posts