Vettel e Ricciardo sul “Caso Perez”: “Non regalerei la vittoria a Max”

Vettel e Ricciardo sul “Caso Perez”: “Non regalerei la vittoria a Max”

5 Novembre 2021 0 Di Daniele Donzelli

La lotta per il mondiale si fa sempre più dura, e Verstappen potrebbe aver bisogno dell’aiuto di Perez domenica. Vettel e Ricciardo hanno rivelato cosa farebbero al suo posto.

Ci si appresta a correre in Messico, sul divertente tracciato Hermanos Rodriguez. Come abbiamo visto nelle scorse edizioni e in questi ultimi giorni, l’affetto del pubblico nei confronti di Perez è tanto. Sergio ha una vettura per competere per la vittoria per la prima volta, e i messicani sentono l’odore del colpaccio. Il pilota della Red Bull però dovrà fare i conti con la propria squadra. Infatti il suo compagno Max Verstappen è in lotta per il mondiale, e potrebbe aver bisogno dell’aiuto di Checo per guadagnare punti.

A questo punto la domanda è: Perez rinuncerebbe ad una vittoria a casa sua regalandola al suo compagno di squadra? Nella conferenza stampa di ieri lo stesso Sergio ha detto che sarebbe un problema scegliere cosa fare in una situazione simile. Non abbiamo precedenti, perché in questa stagione il numero 11 non ha ancora mai ceduto una vittoria a Max.

Verstappen gioca in casa: "Con Perez avremo più tifosi" - F1 Piloti -  Formula 1 - Motorsport

Sulla questione sono stati interpellati due piloti tra i più importanti degli ultimi tempi, Vettel e Ricciardo. Andiamo quindi a vedere quali dichiarazioni hanno rilasciato e cosa farebbero loro in un caso del genere.

Vettel spera che Perez non ceda la posizione

Vettel, che in passato ha beneficiato di diversi ordini di scuderia da parte di Kimi Raikkonen, ma che in alcune occasioni nel 2019 ha dovuto ascoltare il team quando era in lotta con Leclerc, si è schierato a favore di Perez. Secondo il quattro volte campione “gli ordini di scuderia non piacciono a nessuno”.

“Premetto che non sono un fan degli ordini di scuderia – ha detto a racingnews365.com – Ci sono due tipi di ordini di scuderia. il primo è quando i due piloti sono su due strategie diverse, mentre nel secondo caso il team ti dice esplicitamente di spostarti, per far guadagnare più punti al compagno. Dal punto di vista logico ciò che fanno le squadre è facilmente comprensibile in entrambi i casi, ma penso che non sia molto bello da vedere.”

Parlando in modo più specifico del “caso Perez”, il tedesco ha dichiarato che secondo lui il messicano non dovrebbe accettare l’ordine:

“Se capitasse a Checo di trovarsi davanti a tutti, penso che dovrebbe rimanere dov’è. E se fosse dietro e ne avesse le possibilità, penso dovrebbe attaccare, senza pensare se Max, Lewis o chiunque altro. Ma non penso che ciò accadrà, e probabilmente dovrà lasciar andare Max. Abbiamo già visto Valtteri in questa situazione. Non mi piace.” ha concluso.

Sebastian Vettel: Aston Martin want former F1 champion to stay on next  season | The Independent

Anche Ricciardo la pensa come Seb

La domanda posta al pilota dell’Aston Martin è arrivata anche a Daniel Ricciardo, che ha affermato che “non sarebbe pronto a cedere una vittoria in casa al compagno”.

“Al momento la mia risposta è no, non regalerei la vittoria al mio compagno se mi trovassi in un situazione simile. Una vittoria a casa propria – ha affermato l’australiano – è la cosa che si sogna da quando si è bambini. Se uno se la guadagna in pista, penso che dovrebbe tenersela. Se si parla dell’ultima gara e lo scambio di posizioni influenza in modo decisivo il titolo, forse ci penserei su” ha precisato Daniel.

Riuscirà Perez eventualmente a mantenere la sua prima posizione nella gara di casa? Vedremo se la spinta del suo caldissimo pubblico lo aiuterà in quest’impresa…

F1 | Ricciardo vuole essere il protagonista nel 2024: "Non getto la spugna"
+ posts