Messico punto debole Mercedes: il precedente del 2019 non fa sorridere.

Messico punto debole Mercedes: il precedente del 2019 non fa sorridere.

6 Novembre 2021 0 Di Nicola Cobucci

Toto Wolff afferma che la Mercedes dovrà affrontare un weekend difficile all’Autodromo Hermanos Rodriguez in quanto il tracciato messicano è una delle piste peggiori per la loro auto.

La squadra ha concluso la prima giornata di prove con oltre quattro decimi di secondo più lenta rispetto a Max Verstappen sulla sua Red Bull. “Questo non è mai stato un posto così felice per noi in termini di prestazioni dell’auto”, ha detto Wolff, “anche se amiamo il Messico perché ci sentiamo così benvenuti.”

Wolff ha fatto eco all’affermazione di Lewis Hamilton. Il deficit della squadra è dovuto principalmente alla mancanza di carico aerodinamico, piuttosto che alle prestazioni della power unit.

Toto Wolff afferma che la Mercedes dovrà affrontare un weekend difficile all'Autodromo Hermanos Rodriguez in quanto il tracciato messicano è una delle piste peggiori per la loro auto.

“Sembra che non troviamo il punto debole, quindi abbiamo seguito varie direzioni oggi”, ha detto.“Una nota positiva, il nostro motore sta andando bene. C’era un po’ di divario negli anni precedenti, va bene. Quindi penso che per noi si tratta di fare il miglior lavoro possibile, e forse questo è difficile con le prestazioni di Max.”

Wolff ha sottolineato che l’ultima volta che la squadra ha visitato la pista, in un anno in cui ha vinto comodamente entrambi i campionati, era a 5 decimi dal miglior tempo di Verstappen in qualifica.

“Nel nostro anno dominante nel 2019, dove abbiamo schiacciato tutti, in qualifica abbiamo preso mezzo secondo, se non sbaglio”, ha detto. “Quindi è probabilmente la più debole di tutte le nostre piste, con Monaco.”

Toto Wolff afferma che la Mercedes dovrà affrontare un weekend difficile all'Autodromo Hermanos Rodriguez in quanto il tracciato messicano è una delle piste peggiori per la loro auto.

Valtteri Bottas ha superato Hamilton nel primo giorno di prove libere. Mentre la speculazione è tutta focalizzata sugli ordini di scuderia in casa Red Bull, Wolff guarda in casa e spera di non dover istruire Bottas in un ipotetico “team order”.

“Nessuno vuole prendere una decisione così terribile quando un pilota può vincere la gara”, ha detto Wolff. “Non siamo stati ancora in questa situazione quest’anno. A Sochi [nel 2018] ho odiato ogni minuto, ogni secondo di quella decisione. Quindi devo decidere come giocarlo domenica, devo vedere come vanno le qualifiche e ne discuteremo sicuramente in anticipo.”

+ posts