Alonso: “Mercedes avvantaggiata”

Alonso: “Mercedes avvantaggiata”

17 Novembre 2021 0 Di Alessandro FDC

“Se la Formula 1 fosse il basket la Mercedes avrebbe un canestro più grande in cui tirare rispetto agli altri.” È così che Fernando Alonso percepisce la superiorità e il dominio della squadra tedesca negli ultimi anni.

Fernando Alonso Esteban Ocon NBA Dikembe Mutombo Chris Bosh

Mercedes e Lewis Hamilton sono stati di gran lunga superiori al resto delle squadre questo fine settimana. Solo così un pilota ultimo prima della gara sprint può salire sul gradino più alto del podio. Alonso non è impressionato, poiché a Brackley sono stati superiori agli altri dall’inizio dell’era ibrida.

“Un pilota ha 25 posizioni di penalità in un fine settimana e riesce comunque a vincere la gara. La superiorità di questo weekend è chiara. Non è una novità in Formula 1, hanno vinto gli ultimi sette campionati con questa superiorità”, ha spiegato.

“Spetta al resto dei team cercare di raggiungerli, migliorando la propria vettura. Red Bull ha fatto un lavoro migliore quest’anno e sono primi nel campionato piloti”, ha aggiunto.

Fernando ha citato il basket paragonandolo a questa supremazia. “È come se la Mercedes avesse segnato in un canestro più grande rispetto al resto delle squadre. Nonostante gli sforzi dei rivali, il vantaggio rimane notevole.”

“È come se giocassimo a basket con canestri diversi. I punti li fanno in un canestro grande e tu devi segnarli in uno più piccolo, perdi sempre.”

Alonso ritiene che questa situazione sia davvero complicata per il resto dei piloti, in quanto non vedono una ricompensa per i loro sforzi: “Siamo tutti piloti professionisti e siamo molto impegnati nel nostro sport, ci alleniamo di continuo e rischiamo la vita ma siamo indietro ogni fine settimana. Andiamo in Qatar già sapendolo.”

In questo senso, Fernando ha vissuto questa superiorità durante tutta la sua carriera sportiva: quando ha vinto entrambi i campionati con la Renault o, al di fuori della F1, durante i suoi anni nel WEC con il team Toyota. Tuttavia, riconosce che questo è lo sport in cui ciò si verifica in maniera più netta quindi i regolamenti che entreranno in vigore nel 2022 saranno molto importanti.

“E’ l’unico sport in cui questo accade e probabilmente le nuove regole che arriveranno l’anno prossimo lo  renderanno più equo. Sono fortunato ad aver vinto due campionati o di essere stato alla Toyota per due anni nel WEC avendo avuto quella superiorità in macchina.”

+ posts