Botta e risposta Horner-Wolff sull’episodio delle bandiere gialle

Botta e risposta Horner-Wolff sull’episodio delle bandiere gialle

23 Novembre 2021 0 Di Daniele Donzelli

Christian Horner si è soffermato su quello che è stato l’episodio più controverso del weekend in Qatar: le bandiere gialle a fine qualifica. Non poteva mancare la replica di Toto Wolff.

La gara di domenica in Qatar non ha visto particolari episodi dubbi, tanto che la direzione gara non ha effettuato alcuna investigazione nel corso dei 57 giri. Le qualifiche, invece, hanno impegnato molto i commissari. Gasly, a causa di una foratura, ha parcheggiato la sua macchina sul rettilineo principale. A questo punto, nel terzo settore sono state sventolate le bandiere gialle, addirittura doppie al passaggio di Verstappen. Nonostante ciò, due piloti non hanno rallentato a sufficienza e i commissari gli hanno combinato 5 delle penalità. Dopo quasi un giorno di attesa, è arrivato l’annuncio: 3 posizioni in griglia per Valtteri Bottas e 5 per Max Verstappen. I due sono scattati rispettivamente dalla sesta e settima posizione.

F1 in Qatar, bandiera gialla in Q3: la Fia convoca Verstappen, Sainz e  Bottas | Sky Sport
L’episodio in questione

“Imparare dall’accaduto”

Molti hanno fatto notare, dopo le qualifiche, come la situazione fosse troppo confusa, e che per la sicurezza questo non è certo un bene. Il Team Manager della Red Bull Christian Horner ha definito “canaglia” l’addetto alla sicurezza che sventolava la bandiera gialla, e inoltre, come riportato da racefans.net, ha affermato che ci sono molte cose da imparare dall’episodio.

“La bandiera gialla era conforme al regolamento, così come la penalità. Ma penso che ci siano molte cose da imparare da ciò che è successo. Essendo a capo di una squadra, imparo da ogni cosa. Non ho dubbi che la FIA sia d’accordo sul fatto che si può sempre imparare e migliorare” ha detto.

“Credo che ci sia sempre del margine di miglioramento, no? – ha aggiunto Horner – Abbiamo visto alcune squadre lamentarsi espressamente della gestione della FIA, ad esempio in Brasile. È sempre frustrante quando c’è una lotta serrata e delle regole marginali hanno un grande impatto come questa volta con le 5 posizioni di penalità”.

Horner, frecciatina a Toto Wolff: "Adesso ha un nuovo tipo di pressione" —  Formula 1 - Notizie F1, News Auto

Wolff non vede alcun problema in ciò che è successo

Per ogni dichiarazione di Horner c’è sempre una risposta di Wolff e viceversa, almeno in questo 2021. Tante sono state le battaglie anche fuori dalla pista tra Red Bull e Mercedes. Wolff, in disaccordo con Horner, ha dichiarato di non vedere nulla di strano in ciò che è successo:

“C’erano delle bandiere gialle in pista a causa di una vettura parcheggiata sulla destra. Penso sia una cosa abbastanza normale, standard – ha affermato – Le penalità sono sfortunate, certo, ma le regole sono regole. È successa una cosa simile a noi in Austria nel 2020.”

“I piloti hanno le informazioni delle bandiere gialle sul volante, ci sono a bordo pista che lampeggiano, ci sono quelle sventolate e infine c’è una macchina parcheggiata. Sono quattro elementi da considerare, e ovviamente nel bel mezzo della qualifica queste cose possono succedere, ma non dovrebbero perché potrebbero essere pericolose” ha concluso.

Wolff: "A Silverstone spazzeremo via tutti" - F1 Team - Formula 1 -  Motorsport
+ posts