Ivan Capelli sulla coppia Sainz-Leclerc e le potenzialità di Ferrari nel 2022

Ivan Capelli sulla coppia Sainz-Leclerc e le potenzialità di Ferrari nel 2022

4 Febbraio 2022 0 Di Samantha

Si prospetta per la Ferrari un 2022 in cui tutto é da dimostrare. Ivan Capelli analizza lo stile di guida dei due piloti in rosso.

Nella stagione 2021 Ferrari é riuscita a conquistare il terzo posto nel campionato costruttori, trovandosi subito sotto Mercedes e Redbull. La nuova squadra, che ha visto al fianco di Charles Leclerc il pilota spagnolo Carlos Sainz Jr., é stata determinante; inoltre la voglia dei due di spingersi al limite può rappresentare un grande punto di forza per il team di Maranello.
Charles Leclerc, nonostante un po’ di sfortuna, ha dimostrato di essere molto incisivo in qualifica, mentre Sainz ha fatto della costanza il suo punto di forza, essendo l’unico pilota della grid ad aver visto la bandiera a scacchi in tutte le 22 gare; la sua abilità nella gestione ha fatto sì che arrivasse a fine campionato con ben 4 podi, assicurandosi il quinto posto nella classifica piloti davanti al suo compagno di squadra monegasco e a Lando Norris.
Nonostante non ci siano state vittorie, il 2021 é stato comunque un risveglio dalle deludenti prestazioni del 2020 in cui Ferrari chiudeva l’anno con un disastroso sesto posto in costruttori.
A Maranello però, c’é la volontà di ritornare in vetta e l’obiettivo é quello di fornire ai due piloti una macchina competitiva, che possa quindi permettere loro di giocarsi le posizioni che contano in pista.

Si prospetta per la Ferrari un 2022 in cui tutto é da dimostrare. Ivan Capelli analizza lo stile di guida dei due piloti in rosso.


A questo proposito Ivan Capelli, ex pilota Ferrari nel 1992, si é espresso analizzando le prestazioni di Leclerc e Sainz in vista del mondiale 2022.
“Carlos é stato eccezionale nell’adattarsi così in fretta ad un modo di lavorare completamente diverso. Ha dimostrato grande costanza in gara finendo a punti 20 volte su 22. É molto abile nella gestione di situazioni e gomme.”
“Charles invece risulta più veloce nel giro secco. Anche se ci si aspettava di più da lui, ci sta che non sia riuscito al meglio con la pressione che gli gravava sulle spalle.”
Dalle sue dichiarazioni si evince che i due piloti siano un po’ uno il complementare dell’altro e che entrambi abbiano il potenziale e la voglia di arrivare in alto. A questo punto sarà nelle mani del team la coordinazione del loro talento e la gestione delle strategie da utilizzare.
“La Ferrari deve essere brava a gestire due piloti con le stesse ambizioni, pertanto la scelta di continuare senza una gerarchia interna e lasciar decidere la pista mi sembra la soluzione migliore.” queste le parole di Ivan Capelli in vista della nuova stagione.
Molte sono le aspettative di tutti i fan del Cavallino per la stagione 2022; altrettante le speranze che il team possa ritornare ai vertici ed essere in grado di lottare per il mondiale tenendo testa a Mercedes e Redbull.
Al momento c’é tanta pressione sulle spalle dello storico team di Maranello e la fantasia viaggia lontano; tuttavia bisognerà aspettare i primi test per avere qualche dato attendibile. A quel punto sarà proprio la pista a dare il verdetto finale.

+ posts