Brawn e Somerville: “Le squadre non cercheranno di sporcare la scia”

Brawn e Somerville: “Le squadre non cercheranno di sporcare la scia”

22 Febbraio 2022 0 Di Daniele Donzelli

Ross Brawn e Somerville (capo degli aerodinamici FIA) credono che le squadre si concentreranno solo sul migliorare le proprie prestazioni, senza tentare di sporcare la scia.

Una delle grandi novità che il nuovo regolamento porta con sé consiste nella possibilità di seguire più da vicino le auto degli avversari. Questa difficoltà, riscontrata molte volte negli ultimi anni, ha spesso ostacolato i piloti nei sorpassi. In teoria, questo nuovo regolamento dovrebbe risolvere questo problema. Ma spesso, appassionati e addetti ai lavori, si sono chiesti: come si comporteranno le squadre? Per i team, infatti, l’aria può trasformarsi in una potente arma difensiva. Quando un pilota si trova dietro ad un altro, infatti, risente (nelle curve) dell’aria “sporca”, dovuta semplicemente alla vettura davanti. Questo impedisce a chi insegue di avvicinarsi nelle curve. Non è quindi sufficiente il vantaggio garantito dalla scia in rettilineo per sorpassare. E cosa c’è di meglio per le varie scuderie di una difesa naturale come l’aria, su cui non bisogna neppure lavorare né spendere soldi?

La questione è quindi la seguente: alle squadre fa comodo l’aria sporca, perciò tenteranno di sporcare l’aria che dovrebbe essere più pulita grazie alle nuove auto?

Ross Brawn non crede che i team possano fare qualcosa del genere. Il britannico è convinto che non ci siano le risorse economiche per tentare di “sporcare” l’aria.

“Penso che ogni perdita di questa possibilità di seguire gli avversari sarà una conseguenza fortuita della ricerca di prestazioni migliori” ha detto a motorsport.com. “Credo che nessuna squadra abbia programmato di danneggiare la scia intenzionalmente. Non c’è abbastanza tempo, e neanche abbastanza risorse. Bisogna solamente cercare di migliorare il proprio tempo sul giro, sempre. Quindi credo che una cosa del genere non accadrà”.

In seguito, ha aggiunto che, di fatto, è possibile che, cercando di migliorarsi, le squadre creino problemi agli altri sporcando la scia. Ma per Brawn si tratta di un problema relativo, molto meno critico rispetto, ad esempio, allo scorso anno:

“Potrebbe capitare, però, di fallire e di non raggiungere parzialmente l’obiettivo del seguire gli avversari come conseguenza dello sviluppo delle auto” ha aggiunto Brawn. “Ma penso che saremo lo stesso molto avanti rispetto al passato, perché le auto dell’anno scorso erano terribili da questo punto di vista. Quindi ci dovesse essere un peggioramento del 5% rispetto alle nostre previsioni, sarebbe comunque un netto miglioramento rispetto allo scorso anno. E, da questo punto di vista, le cose si evolveranno in futuro” ha spiegato.

Ross Brawn: "Le squadre non cercheranno di sporcare la scia"

A confermare le affermazioni di Brawn ci sono parole di Nikolaz Tombazis e del capo aerodinamico della FIA Jason Somerville. Tombazis è convinto che non sia conveniente incentrare il progetto della nuova auto esclusivamente sullo sporcare la scia:

“Chiaramente gli ingegneri cercano di lavorare per ottenere le migliori prestazioni possibili, in relazione agli avversari. Il modo in cui vengono sviluppate le auto nella galleria del vento, e anche il fatto di trovarsi spesso in aria pulita, ad esempio in qualifica, non rende molto utile creare una monoposto solamente per danneggiare le altre auto che seguono” ha affermato.

Lo stesso vale per Somerville, che afferma che “il lavoro delle squadre sulle nuove vetture non ha influito sulla scia” e, quindi, sulla facilità di seguire gli altri piloti in pista.

“Abbiamo parlato molto di questo. Recentemente, abbiamo incontrato uno dei top team e gli abbiamo chiesto come fosse la loro scia. Questo esame è un qualcosa su cui abbiamo lavorato a lungo negli ultimi 4 anni” ha spiegato. “Ciò che non sappiamo ancora è quale sarà la sensibilità delle macchine nel seguire in scia gli altri, ma anche per questo, secondo le indicazioni che abbiamo, siamo ancora in linea con gli obiettivi prefissati” ha concluso Somerville.

Ross Brawn: "Le squadre non cercheranno di sporcare la scia"
+ posts