La nuova Mercedes è regolare?

La nuova Mercedes è regolare?

10 Marzo 2022 0 Di Davide Citterio

La Mercedes ha deciso di portare nei test in Bahrain una monoposto diversa da quella vista a Barcellona. Ma l’auto è del tutto regolare?

Nella giornata di oggi è andata in scena la prima giornata di test della F1 in quel del Bahrain. La Mercedes, come da previsioni, ha deciso di scendere in pista con una vettura diversa da quella dei test di Barcellona. La nuova monoposto presenta delle pance molto ristrette e un nuovo fondo.

Ciò che viene messo in dubbio nel Circus è la regolarità di tale auto. Nel paddock sono presenti due pareri contrastanti: quello di Christian Horner e di Ross Brown.

Mercedes W13 scesa in pista in Bahrain
La nuova Mercedes scena in pista in Bahrain.

L’opinione di Christian Horner.

A pochi minuti dall’inizio dei test, la testata giornalistica tedesca Auto Motor und Sport ha parlato con Christian Horner, il team principal della Red Bull. Secondo AMuS le parole di Horner sono le seguenti: “Non sono supporti per specchietti, ma due ali. Hanno deflettori verticali integrati nella parte superiore. Non hanno nulla a che fare con il supporto per specchietti.

“Dal nostro punto di vista, la Mercedes è andata un passo troppo oltre. Questo non è conforme allo spirito del regolamento. Per noi queste ali sono illegali”.

Secondo il team principal britannico la Mercedes avrebbe, quindi, osato troppo con questa “W13B”.

Il parere di Ross Brawn.

Ross Brawn, ex ignegnere e team principal di F1, ha un’opinione completamente opposta rispetto a quella di Christian Horner. Infatti, Brown pensa che il nuovo design introdotto da Mercedes non violi i limiti tecnici e che sia solamente un concetto estremo. Queste le parole dell’ex ingegnere: “Penso che non ci siano dubbi sul fatto che il concept Mercedes non lo avessimo previsto. Penso che sia un’interpretazione molto estrema del regolamento e che inevitabilmente ci sarà molto dibattito sulla loro interpretazione.

“È quello che succede con le nuove normative. Per quanto tu provi a chiudere tutte le opzioni – e credetemi ne abbiamo chiuse centinaia – l’innovazione in Formula 1 è sempre estrema. Quindi, dal nostro punto di vista, si tratta principalmente di capire se influenzerà gli obiettivi dei regolamenti. Dal punto di vista delle squadre, vogliono essere sicure che nessuno accetti un’interpretazione che non ritengono corretta. Quindi penso che ci saranno molti dibattiti nei prossimi giorni”.

Brawn ha affermato anche che torneranno ad indagare su tali soluzioni, dato che non si può prevedere ogni possibile progetto realizzabile: “Penso sia impossibile anticipare la portata creativa delle squadre. Una volta ottenute le normative, hai 1.000 ingegneri che lavorano su tutte le normative e su come possono usarle. Torneremo a indagare su quelle soluzioni e faremo in modo che mantengano gli obiettivi delle nuove regole. Ma penso che lo faranno : le nostre prime impressioni sono che non c’è nulla di cui saremmo eccessivamente preoccupati in termini di tali obiettivi dei regolamenti.”

Ross Braw ha successivamente aggiunto che è molto affascinante vedere una così ampia gamma di soluzioni creative e che hanno dato ai team più spazio proprio per creare i design che vediamo oggi.

L’ex ingegnere e team principal Ross Brawn.

Insomma, la lotta Mercedes-Red Bull sulle innovazioni continua ancora dopo il dibattito sul DAS del 2020.

Per voi, la nuova Mercedes è regolare?

+ posts