WEC | 1000 Miglia di Sebring: Prima vittoria per Alpine!

WEC | 1000 Miglia di Sebring: Prima vittoria per Alpine!

19 Marzo 2022 0 Di Nicola Cobucci

Alpine ha vinto la 1000 Miglia di Sebring, il round di apertura del FIA World Endurance Championship, che è stato sospeso per tre volte a causa di un enorme incidente per la Toyota #7 e il pericolo di temporali nella zona.

La gara (prevista di otto ore) si è conclusa in anticipo a causa del maltempo che si è spostato nell’area nell’ultima ora.

La LMP1 n. 36 della Alpine A480-Gibson, guidata da Nicolas Lapierre, Matthieu Vaxiviere e Andre Negrao, ha dominato l’evento dopo la Pole Position conquistata nelle qualifiche, superando costantemente l’opposizione della Toyota e Glickenhaus, nonché le LMP2.

Dopo la prima bandiera rossa e 30 minuti di ritardo, mentre le barriere sono state riparate in seguito all’enorme incidente di Jose Maria Lopez con la Toyota GR010 Hybrid n. 7 alla curva 15, la gara è tornata alla normalità con poco più di 3 ore e 40 minuti rimanenti.

La Toyota numero 8 a quel punto era in testa, ma ha dovuto prendere il servizio di emergenza, per evitare di rimanere senza carburante, ed è rientrata ai box al giro successivo per un’altra sosta.

Alla ripresa, Alpine ha guidato la Glickenhaus 007 LMH da solista di un giro con la restante Toyota che è scesa al terzo posto. Tuttavia, mentre sventolava la bandiera verde, Briscoe di Glickenhaus ha superato la Corvette GTE Pro prima della ripartenza, guadagnandosi una penalità.

Alpine ha vinto la 1000 Miglia di Sebring, il round di apertura del FIA World Endurance Championship, che è stato sospeso per tre volte a causa di un enorme incidente per la Toyota #7 e il pericolo di temporali nella zona.

Dopo una seconda bandiera rossa per temporali nell’area, anche se non è caduta pioggia, la gara doveva riprendere con una corsa di 36 minuti fino al traguardo, ma con pericolo di pioggia. Dopo un’ulteriore attività elettrica, il campo si stava preparando a ripartire quando sono stati rilevati altri fulmini nelle vicinanze.

La bandiera a scacchi è stata sventolata con ancora 14 minuti sul cronometro quando i cieli si sono finalmente aperti.

Alpine ha ottenuto la sua prima vittoria assoluta nel WEC davanti alla Toyota numero 8 di Sebastien Buemi, Brendon Hartley e Ryo Hirakawa e alla Glickenhaus di Olivier Pla, Romain Dumas e Ryan Briscoe.

In LMP2, la numero 23 della United Autosports Oreca di Paul di Resta, Oliver Jarvis e Josh Pierson ha vinto (quarto posto assoluto) davanti alla WRT di Robin Frijns, Sean Gelael e Rene Rast.

La Porsche numero 92 di Kevin Estre e Michael Christensen, che ha dominato il fine settimana, ha vinto la classe GTE Pro con 1,4 secondi dal bellicoso team Chevrolet Corvette.

Dopo una divertente battaglia tra Porsche e Corvette durante l’orario di apertura, durante la quale entrambe le 911 RSR-19 sono state penalizzate per un’infrazione sulla linea di partenza, la vettura di Estre ha superato l’unica Corvette C8.R subito dopo la ripartenza in seguito alla prima bandiera rossa sulla corsa verso la angolo finale.

La sorella #91 Porsche di Gianmaria Bruni e Richard Lietz sembrava destinata a fare una doppietta, ma un dado della ruota posteriore sinistro inceppato ne ha ostacolato la causa poiché è arrivata terza, con oltre 9 secondi di ritardo rispetto alla Corvette di Nick Tandy e Tommy Milner.

In GTE Am, l’Aston Martin si è assicurata le prime due posizioni, con la squadra NorthWest AMR composta da David Pittard, Nicki Thiim e Paul Dalla Lana che ha preceduto la vettura TF Sport di Marco Sorensen, Ben Keating e Florian Latorre e il Team #56 Progetto 1 Porsche.

+ posts