Sorpassi: la situazione è davvero migliorata?

Sorpassi: la situazione è davvero migliorata?

22 Marzo 2022 0 Di Daniele Donzelli

Il nuovo regolamento ha promesso spettacolo e sorpassi. Ecco il pensiero dei piloti su uno dei principali temi di discussione tra gli appassionati.

La nuova era della Formula 1 è iniziata. Uno dei principali obiettivi è quello di garantire più spettacolo e di permettere quindi più battaglie tra i piloti in pista. Le nuove monoposto ad effetto suolo, infatti, promettono di aiutare i protagonisti a seguire gli avversari nei tratti più tecnici. La possibilità di seguire più da vicino è fondamentale per i duelli in pista. Più volte i piloti si sono lamentati di questo aspetto nelle scorse stagioni, sottolineando quanto ciò ostacolasse i sorpassi. Dopo la prima gara, è tempo di giudizi. Alcuni piloti (Alonso, Ocon, Norris e Russell), come riporta motorsport.com, hanno detto la loro sull’argomento.

Alonso crede che con le nuove vetture sia più facile seguire gli avversari, ma che i sorpassi restano comunque piuttosto difficili, ed è necessaria ancora una grande differenza in termini di velocità per guadagnare posizioni in pista.

“Seguire è certamente più facile. Avevamo già notato questo nei test, ma i sorpassi non sono comunque facili come possono sembrare in TV. Penso che tutti i sorpassi che abbiamo visto durante la gara sono stati dovuti al fatto che una macchina era 2 secondi più veloci rispetto alle altre con delle gomme più nuove” ha dichiarato. “Ho lottato con macchine due secondi più lente e le ho superate in poche curve. Allo stesso modo, ci sono state macchine 2 secondi più veloci di me che mi hanno superato in due o tre curve. Penso che le gomme siano ancora il principale fattore, non la possibilità di seguire. Ma vedremo, abbiamo bisogno completare più gare” ha aggiunto.

Sorpassi: la situazione è davvero migliorata?

Più fiducioso, invece, Esteban Ocon. Il pilota francese è convinto che il nuovo regolamento sia un passo nella giusta direzione. Nonostante ciò, ha sottolineato come il DRS è meno potente rispetto alla generazione passata:

“Il DRS è di fatto meno potente rispetto a prima e la scia in generale è meno potente. Penso che si possa superare più facilmente e che si possano seguire gli altri molto più da vicino. Inoltre, la macchina è meno influenzata dal seguirne un’altra, quindi stiamo andando nella giusta direzione, ma ci sono comunque degli effetti quando si segue qualcun altro. Ma questo ha ridotto molto l’effetto scia. Penso che la differenza tra le gomme abbia reso più facili i sorpassi” ha spiegato Ocon.

Diversa è la visione di George Russell, che non ha notato grandi differenze. L’inglese è stato piuttosto duro nei confronti delle nuove monoposto, che non ritiene nemmeno molto divertenti da guidare:

“Non è sembrato molto diverso [rispetto all’anno scorso] dall’interno onestamente. Non è sicuramente peggio per seguire gli avversari. Il Bahrain è sempre difficile a causa dell’asfalto, e le gomme non sembrano essere migliorate di tanto rispetto allo scorso anno. Questo ci porta ancora a scivolare parecchio. Inoltre il tutto è stato reso più difficile con l’aumento di 40-50 kg del peso della macchina, quindi [le macchine] non sono sicuramente divertenti da guidare” ha dichiarato.

Infine, Norris ha dichiarato che si aspettava di più dal nuovo regolamento. Infatti, l’inglese sente ancora la perdita di tanto carico quando segue gli avversari nei tratti più guidati.

“È stata dura. Non è stato come mi aspettavo, il che è un po’ frustrante. Mi aspettavo qualcosa in più. Quando ti avvicini agli altri, il posteriore scivola ancora molto facilmente e si perde l’anteriore, le gomme si scaldano. Direi che è un po’ meglio, ma si perde ancora molto carico aerodinamico. Forse la situazione non è migliorata come tutti si aspettavano”.

Le opinioni dei vari piloti sono piuttosto discordanti. Sicuramente, si può dire che abbiamo assistito a sorpassi in punti in cui difficilmente se ne vedevano in passato (ad esempio Curva 8 e 11). Per avere giudizi più precisi bisognerà aspettare altre gare, nella speranza di vedere sempre più azione in pista…

Sorpassi: la situazione è davvero migliorata?
+ posts