Gasly parla della possibile rimozione di Spa e Monaco dal calendario.

Gasly parla della possibile rimozione di Spa e Monaco dal calendario.

14 Aprile 2022 0 Di Davide Citterio

Il pilota francese Pierre Gasly ha espresso il suo parere riguardo alla possibile rimozione di Spa e Monaco dal calendario per far spazio a dei circuiti più moderni.

Negli ultimi tempi si parla sempre di più della possibile rimozione di circuiti iconici della F1 come Spa e Monaco per far spazio a dei circuiti più moderni. Esempi di questi circuiti più “nuovi” sono: Losail, Las Vegas e la Cina (che tornerà nel 2023).

Un pilota a cui non piace questa “rimozione forzata” dei due circuiti storici è Pierre Gasly. Infatti, il francese definisce questi tracciati come “parte della storia e del DNA della Formula 1”.

Altre piste a rischio rimozione sono: l’Autodromo Hermanos Rodríguez in Messico e il Paul Ricard in Francia.

Tutti questi circuiti sono a rischio perché l’attuale Concorde Agreement, che prevede un massimo di 24 GP in un anno solare, scade nel 2025. Tuttavia, molti team principal e diversi piloti hanno sottolineato che 23 Gran Premi sono già un carico pesante.

La richiesta da parte di molti fan e di alcuni piloti -ad esempio Gasly- è quella di mantenere le gare storiche in calendario e di trovare un’alternativa per far spazio ai nuovi GP.

Spa e Monaco dovrebbero essere sempre in calendario

Il pilota francese spera che tre di questi quattro appuntamenti rimangano in calendario, in quanto sono delle gare speciali per lui: “[Uno è] una gara di casa, Monaco sembra una gara di casa e Spa è la gara più vicina alla mia città natale, quindi di solito ho molto supporto lì.

Penso che siano piste molto iconiche; Spa e Monaco sono le mie due piste preferite. Penso che facciano chiaramente parte della storia e del DNA della Formula 1 e meritino di essere, dovrebbero essere in calendario ogni anno.

“Sappiamo che in F1 al giorno d’oggi ci sono molte cose coinvolte nel modo in cui pianificano l’intera stagione, quindi vedremo cosa succede, ma, personalmente, spero davvero di poterle mantenere nei prossimi anni”.

La rimozione di Monaco sarebbe uno shock

Il licenziamento del GP di Monaco causerebbe uno shock incredibile tra i fan della F1, in quanto Monaco è sempre stato visto come un gioiello, un Gran Premio unico nel calendario.

Tuttavia, la somma che il Principato paga ogni anno per ospitare l’evento (circa $15 milioni a stagione) è notevolmente minore rispetto alle somme versate dai paesi mediorientali. Ciò potrebbe comportare la scelta di escludere proprio il cittadino più atteso dell’anno.

“Sarebbe un po’ scioccante se Monaco venisse eliminato dal calendario, devo ammetterlo. È probabilmente la gara più iconica del mondo“, ha detto Gasly.

“Parlando con i fan non di F1, tutti hanno sentito parlare di Monaco per vari motivi, che si tratti di gare, di feste o di tutta l’azione che accade intorno al Gran Premio.

“È un weekend molto iconico e spero davvero che lo potremo rivivere come piloti, perché è probabilmente la pista più dura della stagione, la più impegnativa, e devo dire che è la mia preferita”.

Pierre Gasly Monaco 2021
Pierre Gasly alla guida della sua AlphaTauri a Monaco.
+ posts