Secondo DNF di Verstappen: Marko fa chiarezza

Secondo DNF di Verstappen: Marko fa chiarezza

15 Aprile 2022 0 Di Ivan Mancini

Helmut Marko afferma che Red Bull ha scoperto la causa dell’ultimo ritiro di Max Verstappen, ma rifiuta di entrare nei dettagli.
 

In Australia, così come in Bahrain, Verstappen ha vissuto un autentico dramma sportivo. Il pilota olandese era in procinto di conquistare un solido secondo posto in quel di Melbourne, dal momento che non aveva il passo per lottare con il leader della gara Charles Leclerc, ma al contempo aveva un discreto vantaggio sul pilota in terza posizione. Poi, però, è successo il disastro. Per la seconda volta in questa stagione il campione del mondo in carica ha avuto un problema all’impianto di alimentazione della sua monoposto; problema che lo ha costretto a fermarsi mestamente a bordo pista.

Ritiro Verstappen Melbourne Red Bull RB18

Le fiamme sviluppate in zona motore lasciavano presagire un guasto al propulsore o all’impianto elettrico, simile al problema evidenziato da Gasly in Bahrain. Tuttavia Christian Horner, team principal della scuderia austriaca, aveva prontamente negato questa ipotesi nell’intervista post gara. Ora, a distanza di diversi giorni, Helmut Marko ha rivelato la vera causa del ritiro di Verstappen, attribuibile ad una perdita di carburante.

Siamo stati in grado di chiarire la causa della perdita di carburante nell’auto di Max” ha detto Marko ai microfoni di Speedweek.com. L’austriaco, tuttavia, ha preferito non fornire alcuna spiegazione più approfondita. “La questione è molto complessa e il problema è assolutamente diverso da quello del Bahrain” ha proseguito. In Bahrain, infatti, le due Red Bull sono state costrette al ritiro a causa della bassa pressione del carburante. Le pompe dell’impianto di alimentazione non riuscivano a fornire al motore la giusta quantita di benzina e dunque le due RB18 non hanno potuto concludere la gara. Qui, invece, la causa è da ricercarsi in una perdita di carburante, sebbene i vertici Red Bull preferiscano non fornire ulteriori dettagli.

La frustrazione di Max Verstappen è ovviamente molto grande. Perdendo molti di punti con i suoi due DNF, l’olandese è sceso al sesto posto nel campionato piloti, accusando 34 punti di distacco dal leader del mondiale. Ora Leclerc, con due vittorie e un secondo posto, ha sicuramente una marcia in più nella lotta al modniale; non di certo un distacco abissale, ma quantomeno un vantaggio da gestire ed amministrare. “Siamo già così indietro nel campionato che d’ora in poi non solo dobbiamo essere più veloce di loro [Ferrari, ndr], cosa che non lo siamo, ma dobbiamo avere zero problemi con la macchina, cosa che non abbiamo. Ci aspetterà un gran lavoroha ammesso Verstappen.

+ posts