Williams: livrea total black per risparmiare peso? I vertici dicono no

Williams: livrea total black per risparmiare peso? I vertici dicono no

4 Maggio 2022 0 Di Ivan Mancini

Secondo quanto riporta Dave Robson, gli ingegneri Williams avrebbero valutato la possibilità di rimuovere totalmente la vernice dalla livrea per risparmiare peso. Una soluzione che ci riporta indietro nel tempo di 90 anni…
 

Il varo del nuovo regolamento, che ha alzato il peso minimo delle monoposto fino a 798kg, ha messo in seria difficoltà la griglia di Formula 1. La maggioranza dei team, infatti, ha degli evidenti problemi nel rispettare la soglia imposta dalla FIA, eccedendo di svariati kilogrammi rispetto a quanto previsto dal regolamento. Ma mentre tra i top team si investono fondi al fine di perdere preziosi grammi (che, potenzialmente, valgono decimi sul giro secco), la scuderia fondata da Sir Frank Williams sembra aver risolto i propri problemi grazie ad una livrea più “semplice”.

In occasione delle ultime gare, infatti, il team di Grove ha rimosso porzioni di vernice dalla livrea delle due FW44. L’obiettivo è quello di ridurre il peso generale dell’auto per essere più veloci in pista. La livrea sfoggiata a Melbourne e Imola ha infatti portato alla rimozione di parte della vernice blu presente sul muso, sul cofano motore e sulle fiancate, per lasciare il posto alla grezza (ma pur sempre affascinante) fibra di carbonio.

Williams FW44 peso

In una recente intervista rilasciata dal portale Motorsport.com, il capo del team delle prestazioni del veicolo, Dave Robson, ha ammesso che i suoi ingegneri hanno addirittura proposto la possibilità di realizzare una livrea “nuda”, che mettesse in mostra la fibra di carbonio; una storia, questa, che ricorda la nascita del mito delle “Frecce d’Argento“, le monoposto Mercedes che, proprio a causa del peso eccessivo, nel corso degli anni ’30 scesero in pista mostrando il colore originale della carrozzeria, allora realizzata in alluminio.

Mercedes 1934 Frecce D'Argento

Ovviamente la proposta non ha incontrato il consenso dei vertici del team, che hanno categoricamente rifiutato l’idea di una livrea “total black” per motivi di marketing. “Vogliamo tutti che l’auto abbia un aspetto sbalorditivo, il che fa parte di questo sport. La livrea dell’auto dà il tono all’intero marchio, il che è chiaramente molto importante. […] Sicuramente si tratta di trovare un compromesso. L’auto deve avere una personalità visibile, ma allo stesso tempo, è nell’interesse degli sponsor che la macchina sia quanto più veloce possibile“. Dalle parole di Robson si evince in maniera limpida la necessità di mantenere una chiara forma di identità.

 

Peso: non solo un problema Williams

La scuderia di Grove non è l’unica squadra ad aver tolto peso dalla vettura lavorando sulle tinte della livrea. Anche Aston Martin, Red Bull e McLaren hanno rimosso la vernice dai punti strategici della loro auto nel tentativo di risparmiare peso.

Dal momento che la maggioranza delle scuderie giace nella stessa situazione di difficoltà, Dave Robson ha avanzato l’ipotesi che ci sia un problema di fondo con i nuovi regolamenti. “Sapevamo tutti da tempo che raggiungere peso minimo sarebbe stato incredibilmente difficile. Inoltre, considerando l’ulteriore limite di spesa imposto dal budget cap, come sarà possibile raggiungere questo peso minimo? In un certo senso si tratta di un numero abbastanza arbitrario, perché se la FIA impostasse il limite di peso a 500 kg non saresti mai in grado di raggiungerlo. Se la stragrande maggioranza delle squadre, o tutte tranne una, versano nella situazione dove siamo adesso, allora sarebbe meglio aumentare quel numero. Ma posso assolutamente capire che, se c’è una squadra che non ha bisogno di aumentare, allora ovviamente non sarebbe d’accordo“.

Dave Robson

 

Nuova livrea a campionato in corso?

Anche se Robson non ha rivelato con chiarezza quanto peso è stato tolto alla Williams, è chiaro che il cambiamento è significativo. I risultati in pista sono migliorati e Albon ha anche raccolto un punto in Australia – meno incisivo Latifi, ancora non al massimo della sua forma. Nonostante tutti i team stiano lavorando su altre soluzioni per il risparmio di peso, Robson non crede che le Williams ritorneranno alla loro livrea originale nel corso della stagione. “La verniciatura è un po’ più di una semplice decisione ingegneristica. Immagino che questa nuova livrea rimarrà per tutta la stagione, perché è costoso e dispendioso in termini di tempo trovare un’altra soluzione. È meglio spendere il budget di ricerca per qualcos’altro e rendere l’auto più veloce. Spero che rimanga così“.

+ posts