Cosa offre Miami in più rispetto ai circuiti storici?

Cosa offre Miami in più rispetto ai circuiti storici?

6 Maggio 2022 0 Di Davide Citterio

Cosa può offrire un GP “evento” come quello di Miami? Il boss del Gran Premio, che si terrà in Florida, riferisce i suoi pensieri.

Questo weekend si correrà a Miami il primo GP negli Stati Uniti della stagione. Il secondo si terrà ad Austin, sul Circuit of the Americas, nel weekend tra il 21 e il 23 ottobre.

Il boss del GP di Miami, Tom Garfinkel, ritiene che GP “evento”, come questo, possano essere bilanciati con quelli più tradizionali all’interno del calendario.

Quello di questo fine settimana sarà un “evento” perché sono programmati diversi spettacoli e feste con DJ e cantanti. Inoltre, è stato costruito anche un “beach club” per consentire, solamente a chi possiede il pass, di godersi il GP direttamente da lì. Inoltre, anche i piloti ritengono che sarà un weekend “pazzesco”.

Data l’atmosfera e l’approccio più coinvolgenti rispetto ai circuiti tradizionali, Garfinkel ritiene che, all’interno del calendario, si possano bilanciare Gran Premi come quello di Miami e Gran Premi tradizionali: “Penso che ci sia sicuramente spazio per le gare tradizionali [o] solo per le gare. Questa è Miami. Ovunque è diverso”, ha detti Garfinkel.

“Penso che ci siano alcuni circuiti molto storici con alcune corse molto storiche, e quei luoghi sono sacri. Non hanno bisogno di cambiare necessariamente; voglio dire, alcune cose potrebbero cambiare! Non so se hanno bisogno di avere un beach club, sai?

“Per me, indipendentemente da dove vai, dovrebbe essere incentrato tutto prima sulle corse. Ciò che costruisci attorno ad esso può essere diverso in base al mercato in cui ti trovi e a ciò che offre la pista”.

Le speranze di Tom Garfinkel per il GP

Nonostante sia stato costruito un finto porto nel circuito di Miami per ricordare Monaco, Tom crede che i due Gran Premi siano ancora molto diversi sia dal punto di vista dell’evento che della gara:

“Sì, assolutamente, è diverso

“È storico, è tradizionale [il GP] nelle strade di Monaco. Monaco è un posto davvero unico e bellissimo. C’è la tradizione di correre lì.

“Questo è il nostro evento inaugurale, quindi speriamo – se le corse saranno fantastiche – di creare una tradizione qui per gli anni a venire, che sia un ottimo posto per partecipare alle gare.

“Stiamo cercando di renderlo divertente e fare grandi esperienze, ma dovrà sempre essere prima di tutto incentrato sulle corse”.

L’organizzazione originale

Per organizzare il GP di Miami è stato mantenuto un approccio diverso, originale. Infatti, sono stati ridotti i biglietti disponibili per i fan.

L’obiettivo era quello di garantire un corretto controllo e impedire che i servizi e le strutture venissero sopraffatte. Tuttavia, ciò ha avuto un effetto collaterale, il prezzo dei biglietti è lievitato enormemente, ed essi sono diventati costosissimi.

“Abbiamo deliberatamente mantenuto il conteggio dei biglietti inferiore alla domanda”, ha affermato Garfinkel.

“Penso che si trattasse davvero di cercare di fare in modo che potessimo far entrare e uscire tutti da qui facilmente.

“Concessioni, bagni… voglio che tutti abbiano una grande esperienza. Non voglio che rimangano bloccati nel traffico per tre ore, in fila.

“Voglio che vadano a dire che è stato un grande evento, ‘Sono entrato e uscito facilmente. Non ho dovuto fare la fila in bagno, era tutto pulito. Ero felice’.

“Inizieremo da lì, e da lì cresceremo. Mi aspetto sicuramente che cresceremo in futuro. Ma lo faremo poiché riteniamo di poter continuare a fornire quel tipo di esperienza alle persone e continuare a crescere.”

Tom Garfinkel, GP Miami 2022.
In foto vediamo raffigurato Tom Garfinkel.
+ posts