WEC | FP3 6 Ore di Spa: le due Toyota suonano la sveglia.

WEC | FP3 6 Ore di Spa: le due Toyota suonano la sveglia.

6 Maggio 2022 0 Di Nicola Cobucci

La Toyota ha concluso in testa le prove libere finali del round di questo fine settimana del FIA World Endurance Championship a Spa, con le due vetture che hanno effettuato le consuete simulazioni di qualificazione. 

Kamui Kobayashi e Brendon Hartley hanno bloccato le prime due posizioni nella classifica dei tempi. I due piloti della Toyota sono usciti con gomma fresca e un basso carico di carburante all’inizio della terza sessione di prove libere di 60 minuti del venerdì pomeriggio. 

Hartley è stato inizialmente il più veloce con un 2’03.427 sulla Toyota GR010 Hybrid #8. È stata la prima volta che una delle quattro vetture della classe Hypercar è risultata più veloce durante le prove libere della 6 Ore di Spa di sabato. 

Il tempo di Kobayashi è stato di oltre un secondo più veloce rispetto al precedente migliore delle Hypercar, un 2’04.064 di Olivier Pla a bordo della Glickenhaus 007.

Prema ha conquistato il primo posto nella LMP2 grazie a un 2’04.254, il miglior tempo della classe finora nel weekend, di Louis Deletraz a bordo dell’Oreca 07-Gibson del team italiano. Ciò ha lasciato lo svizzero a poco più di un secondo dal miglior tempo di Kobayashi. 

L’Alpine ha conquistato la quarta posizione assoluta e la terza in Hypercar grazie al 2’04.790 di Andre Negrao, ad un secondo e mezzo dalla vetta. La #31 WRT Oreca che ha concluso in testa le prove libere di giovedì mattina è arrivata seconda nelle LMP2 con un 2’04.823 di Robin Frijns. 

Questo gli ha dato un margine di poco più di un decimo sulla United Autosports Oreca, sesta classificata, in cui Filipe Albuquerque ha registrato un 2’04”902.

Il migliore degli Orecas iscritti alla JOTA ha ottenuto il settimo posto con Will Stevens alla guida e l’ingresso del Team Penske all’ottavo posto grazie al miglior giro di Felipe Nasr.

La Toyota ha concluso in testa le prove libere finali del round di questo fine settimana del FIA World Endurance Championship a Spa, con le due vetture che hanno effettuato le consuete simulazioni di qualificazione. 

Porsche ha conquistato i primi due posti in GTE Pro con la sua coppia di 911 RSR-19 di fabbrica gestite da Manthey. Il 2’13”102 di Michael Christensen lo ha portato a quasi mezzo secondo dal compagno di squadra Gianmaria Bruni, che ha fatto segnare un 2’13”545.

La migliore della Ferrari 488 GT3 Evos ufficiale di AF Corse è in ritardo di un altro mezzo secondo, dato che Alessandro Pier Guidi ha segnato un 2’14.103 che fa ombra a Miguel Molina sull’auto gemella.  

Nick Tandy della Corvette Racing è solo un decimo dietro la seconda delle due Ferrari. Mikkel Pedersen è stato il più veloce in GTE Am per il team Project 1 Porsche. 

Le qualifiche per la 6 Ore di Spa di sabato, il secondo round del WEC di quest’anno, iniziano alle 18:20 ora locale di venerdì.

+ posts