Red Bull più veloce di Ferrari sul passo a Miami: Leclerc non è preoccupato.

Red Bull più veloce di Ferrari sul passo a Miami: Leclerc non è preoccupato.

19 Maggio 2022 0 Di Nicola Cobucci

La Ferrari sembrava incapace di tenere il ritmo della Red Bull al Gran Premio di Miami, con Max Verstappen che ha sorpassato Charles Leclerc per ottenere una vittoria dominante in gara. Tuttavia, Leclerc non è preoccupato dal ritmo della vettura dei rivali.

Charles Leclerc ha respinto le preoccupazioni sul ritmo della Red Bull dopo l’ottima prestazione di Max Verstappen nel Gran Premio di Miami. Dopo aver inizialmente preso il comando della gara dalla pole position, le possibilità di vittoria di Leclerc sono svanite quando Verstappen lo ha superato nelle prime fasi dell’evento.

Da lì, l’olandese ha avuto una spinta per la corsa alla sua terza vittoria stagionale, rosicchiando ulteriormente punti a Leclerc. La Ferrari sembrava incapace di eguagliare il ritmo della RB18 al Miami International Autodrome, ma questo non ha preoccupato eccessivamente Leclerc.

“La preoccupazione non c’è”, ha detto il monegasco ai media. “Certo, stanno migliorando. Penso che tutti ci aspettassimo che migliorassero. È una squadra molto forte e ne siamo consapevoli, quindi non è una sorpresa.”

La Ferrari sembrava incapace di tenere il ritmo della Red Bull al Gran Premio di Miami, con Max Verstappen che ha sorpassato Charles Leclerc per ottenere una vittoria dominante in gara. Tuttavia, Leclerc non è preoccupato dal ritmo della vettura dei rivali.

Inoltre, Leclerc crede che la Ferrari possa riprendersi, in particolare con gli aggiornamenti alla sua vettura in arrivo per il Gran Premio di Spagna.

“Sono fiducioso per la mia squadra e sono sicuro che porteremo aggiornamenti che ci riporteranno al top”, ha aggiunto. “Stiamo lavorando bene e negli ultimi anni abbiamo lavorato molto bene, quindi spero che questi aggiornamenti ci aiuteranno a sfidarli di nuovo.”

Per quanto riguarda se c’è stato un momento nel Gran Premio di Miami in cui pensava che potesse vincere, Leclerc ha spiegato: “Sinceramente, forse subito dopo la Safety Car, ho pensato che ci sarebbe stata probabilmente un’opportunità per provarci. Non c’era il DRS, quindi ci ha reso la vita un po’ difficile. Ma a parte questo, sulle medie, penso fosse abbastanza chiaro che erano più forti. Con le gomme hard sapevo che avevamo il ritmo per sfidarli. Ma, ovviamente con il distacco che c’era dopo gli stint sulle medie, sapevo che sarebbe stato molto difficile recuperare. Ma con una Safety Car per due o tre giri ci ho creduto. Dopodiché, una volta attivato il DRS, per Max cominciava ad andare sempre meglio.”

+ posts