Latifi e il bizzarro incidente a Monaco: tutta colpa di un problema tecnico

Latifi e il bizzarro incidente a Monaco: tutta colpa di un problema tecnico

31 Maggio 2022 0 Di Ivan Mancini

Il canadese spiega il problema tecnico che si nasconde dietro il bizzarro incidente al tornante di Monaco verificatosi in regime di Safety Car.
 

Nicholas Latifi si dichiara “sconcertato” dopo il suo strano incidente durante il GP di Monaco. A causa delle condizioni meteo proibitive, la gara è stata sospesa dopo un giro di formazione e un giro ufficiale dietro la Safety Car, salvo poi essere ripresa dopo poco meno di un’ora. Ma quando la Safety Car ha riportato in sicurezza le 20 vetture sul circuito, Latifi è andato dritto al tornante dell’Hairpin nonostante la bassa velocità e ha danneggiato l’ala anteriore della sua Williams.

L’incidente in quel di Monaco è solamente l’ultimo (l’ennesimo) momento spiacevole per Latifi, in quello che è sicuramente il suo peggior inizio di stagione da quando è in Formula 1. Ma questa volta, a quanto pare, le cause dell’incidente non sono da ricercarsi esclusivamente nel pilota canadese. “L’acceleratore non si era fisicamente bloccato, ma era come se si fosse bloccato” ha esordito Latifi. “Così una volta che ho iniziato a girare ho preso il controllo della vettura all’improvviso. È stato molto, molto strano. Qualcosa è andato storto ma so di non aver fatto niente di male. Arrivato a quel punto ero solo un passeggero poiché l’auto stava andando avanti e io non stavo accelerando“.

Latifi, vittima dell’incidente causato dall’acceleratore, ha dunque finito la gara praticamente ancora prima di cominciarla. Dopo il pit stop, infatti, il canadese è rientrato in pista in fondo allo schieramento e la differenza dai primi 10 piloti era abissale per poter pensare di costruire una gara buona.

Latifi Monaco

Stando alle dichiarazioni di Latifi, le cause dell’incidente sarebbero da ricercarsi in un guasto alla sua Williams FW44. Guasto che, date le circostanze, si sarebbe potuto ripresentare anche durante il Gran Premio vero e proprio, nonché durante la ripartenza dovuta all’incidente di Schumacher. In tal senso Latifi ha provato a fare chiarezza. “C’era qualcosa di anomalo che comandava motore: qualunque cosa fosse, ho iniziato a ricevere un po’ di spinta dal motore. So che non era colpa del pedale dell’acceleratore e quindi non ero preoccupato che il malfunzionamento si sarebbe ripresentato, perché non era un problema legato al pedale“.

+ posts