F1 | GP Azerbaijan – Analisi passo gara: Red Bull vola, Ferrari molto vicina

F1 | GP Azerbaijan – Analisi passo gara: Red Bull vola, Ferrari molto vicina

10 Giugno 2022 0 Di Daniele Donzelli

L’analisi del passo gara mostrato dai team nel corso della seconda sessione di prove libere. La Red Bull è molto veloce, ma la Ferrari non è da meno.

Dopo il back-to-back di Barcellona e Monaco, la Formula 1 è tornata in pista tra le stradine di Baku. Come in ogni weekend che si rispetti, tutti hanno simulato il giro secco e il passo gara nel corso della FP2. I long run spesso sono l’aspetto più interessante. Infatti, analizzando i dati e i singoli giri fatti dai piloti ci si può fare un’idea su quelli che saranno i valori in campo in gara!

Red Bull

La scuderia che arriva in questo weekend da favorita è sicuramente la Red Bull. Gli austriaci sono in forma smagliante: Verstappen e Perez hanno vinto le ultime 4 gare. Anche qui a Baku, il passo gara sembra molto buono, ed è indicativamente il migliore. Il team ha deciso di dividere il lavoro, con Verstappen che ha girato con gomma soft e Perez con la media. L’olandese ha completato solamente 3 giri, ma sono stati tutti molto interessanti. Il suo miglior crono è stato un 1:47.078 (che rappresenta il miglior giro della griglia in configurazione passo gara), per una media di che si aggira attorno al 47 e mezzo.

Perez, invece, ha concluso 6 giri, tutti sul piede del 47 alto. Dopo aver iniziato con due giri sul 48 non esaltanti, il messicano si è sempre tenuto tra il 47.5 e il 47.8: la sua media è 1:47.945. La RB18 è molto veloce con entrambe le gomme, ed entrambi i piloti si giocheranno le posizioni più alte domenica.

Ferrari

Molto buono anche il ritmo delle due Ferrari. Leclerc e Sainz hanno girato con due mescole diverse, come d’abitudine. Il monegasco ha portato a termine 6 giri con la soft, girando in pianta stabile sotto il muro del 48. Nei primi giri dello stint Leclerc si è tenuto sul 47 basso, per poi salire sul piede del 47 alto nei restanti 3 giri. La sua media è pari a 1:47.7, ed è la seconda migliore dopo quella di Verstappen. Anche Sainz, poi, ha mostrato una buona costanza di rendimento. Lo spagnolo ha completato 6 giri piuttosto simili tra loro, oscillando tra il 48 basso e il 47 alto. Il suo miglior passaggio è stato un 47.6, mentre il suo peggiore un 48.3, per una media di 1:48.0. Anche la costanza di Sainz dimostra che la Ferrari ha tutte le carte in regola per dare battaglia alle Red Bull.

F1 | GP Azerbaijan - Analisi passo gara: Red Bull vola, Ferrari molto vicina

Mercedes

Non particolarmente esaltante, invece, il ritmo della Mercedes. La scuderia di Brackley è sembrata un po’ in difficoltà in questo venerdì di Baku come dimostrano le posizioni dei due piloti in classifica. Il passo gara sembra confermare queste sensazioni. Sia Hamilton che Russell hanno girato con gomma gialla, ottenendo risultati piuttosto simili. Il 7 volte campione ha completato 6 giri significativi, girando mediamente sul piede del 48 alto/49 basso. In due passaggi, però, è addirittura arrivato a girare vicino al 50. Lo stesso discorso vale per Russell, che è andato 3 volte su 7 sotto il muro del 49, ma allo stesso tempo ha girato ben oltre il 50 in un paio di passaggi. In entrambi i casi, i giri lenti sono quelli a inizio stint: probabilmente, la W13 fatica particolarmente a mandare in temperatura le gomme.
In ogni caso, la Mercedes non sembra assolutamente in grado di impensierire Red Bull e Ferrari, ma sembrerebbe essere la terza forza in griglia.

F1 | GP Azerbaijan - Analisi passo gara: Red Bull vola, Ferrari molto vicina

Aston Martin e Alpine

Una sorpresa, per quanto riguarda il passo gara, viene dall’Aston Martin con Sebastian Vettel. Il tedesco ha girato con la media costantemente sul 49 basso, eccezion fatta per il primo passaggio. Dopo aver completato i suoi 6 buoni giri, Sebastian è passato alla gomma rossa, ed ha girato addirittura in 48.8! Il suo passo gara sembra veramente buono, e non sorprenderebbe vederlo a punti. Non è riuscito a fare lo stesso il suo compagno Stroll, che ha fatto fatica a scendere sotto il muro del 50.
L’Alpine, poi, non ha mostrato un gran ritmo. Alonso, che ha chiuso in quarta posizione le FP2, non è risucito a far meglio di girare in 49 e mezzo per 5 giri (gomma media). Ocon ha fatto anche peggio: equipaggiato con gomma rossa, ha una media pari a 1:50.3, che è piuttosto alta. L’Alpine sembra quindi relegata ai margini della zona punti.

Zona punti per cui proverà a lottare la McLaren, che ha girato su un buon 49 medio con Ricciardo (gomma hard) e sul 50 basso con Norris (gomma soft), che è stato stranamente più lento del suo compagno di scuderia.

Menzione d’onore, infine, per Gasly e Bottas. Il pilota dell’AlphaTauri ha tenuto un ottimo ritmo con gomma rossa, con una media che si aggira attorno al 49.1, che lo collocherebbe in teoria persino davanti alle Mercedes! Chissà che Gasly non possa finalmente ritrovarsi dopo un inizio di stagione non brillante?
Non male neache Valtteri Bottas, che seppur non all’altezza del francese ha girato sul piede del 49 alto/50 basso. Questo passo gara lo porterà probabilmente a lottare per la zona punti domenica.

Appuntamento a domani (ore 13) con le FP3 per cercare di scoprire ancora di più su questo weekend di Baku!

F1 | GP Azerbaijan - Analisi passo gara: Red Bull vola, Ferrari molto vicina
Dati tratti da https://twitter.com/tonisokolov1011/status/1535281387401625603/photo/1
+ posts