F1| Prove libere 2 Gp dell’Azerbaijan: Leclerc davanti a tutti, ma le Red Bull sono lì

F1| Prove libere 2 Gp dell’Azerbaijan: Leclerc davanti a tutti, ma le Red Bull sono lì

10 Giugno 2022 0 Di Tommaso Pelizza

Charles Leclerc è il più veloce di queste FP2, con le Red Bull subito dietro al monegasco. Poca la differenza presente tra i tempi della rossa e del team di Milton Keynes.

Eccoci alla seconda sessione di prove libere, dove i piloti hanno la possibilità di fare diversi giri per provare sia il passo gara, che la qualifica, oltre all’applicare degli aggiustamenti al setup della monoposto.

A 56 minuti dalla fine arriva la prima bandiera gialla della sessione: a provocarla è Lando Norris su Mclaren, che va lungo in curva 3. Il pilota inglese monta gomma bianca.
Il primo a far segnare un giro cronometrato è Carlos Sainz su gomma gialla con un 1:46.705, segue Sebastian Vettel, sempre con gomma gialla, ma più attardato, in quanto si trova ad un secondo dal tempo di Sainz.
Il primo tempo di Sainz dura poco però, perché prima Alonso e poi Tsunoda fanno fermare il cronometro rispettivamente sul 46 e 6 e sul 46 e 3. Sia l’asturiano, che il giapponese montano gomma gialla.

Si fa sentire Lewis Hamilton, che si prende la miglior prestazione con un 1:46.295, che viene battuto poco dopo da Carlos Sainz, con il suo cronometro che si ferma sul 45 e 118.

Quasi subito dopo Charles Leclerc rompe gli indugi, e fa abbassare ancor di più la miglior prestazione, portandosi sul 43 e 8 e distanziando di un secondo e 3 il tempo del compagno di squadra, ed un secondo e 1 il tempo di Fernando Alonso, che nel frattempo si mette in seconda posizione tra le due Ferrari, prendendosi la miglior prestazione nel terzo settore.

Dopo 15 minuti di FP2, è Charles Leclerc a comandare la classifica cronometrata, ed i distacchi sono piuttosto corposi; infatti i primi 3 sono racchiusi in 7 decimi, con un distacco di 4 decimi tra il leader (Leclerc) ed il secondo classificato (Carlos Sainz), che distacca di 3 decimi Sergio Perez su Red Bull.

Mclaren è l’unica squadra a montare gomme bianche, mentre tutti gli altri piloti sono in pista con gomma gialla.

A 40 minuti dalla fine Sergio Perez si avvicina ai tempi del monegasco, portandosi ad un solo decimo di distacco. Da segnalare la risoluzione dei problemi al DRS da parte di Red Bull, dopo il grande barcollamento dell’ala mobile riscontrato durante le FP1, soprattutto sul rettilineo principale.

Dopo 23 minuti si inizia a girare con le gomme rosse: il primo a farlo è Nicholas Latifi su Williams. Anche Alexander Albon e Sebastian Vettel adottano poi la stessa mescola scelta dal canadese.

Nel frattempo ritorna nulla la differenza tra Ferrari e Red Bull, con i croni di Leclerc e Verstappen che sono separati da soli 30 millesimi.

Seconda parte di sessione

La classifica a 30 minuti dalla fine è la seguente:

La classifica dopo la prima metà delle FP2

I piloti con gomma rossa in pista aumentano, infatti ora montano tutti la mescola più morbida, ad eccezione di Verstappen, Sainz, Bottas e Mick Schumacher.

Con le C5 i tempi si abbassano, e la miglior prestazione rimane sempre nelle mani di Charles Leclerc, che si porta sul 46 e 224, mentre il secondo tempo è di Sergio Perez, distante 2 decimi e mezzo dal monegasco.

Da segnalare un errore da parte di Alexander Albon, che va a toccare il muro in curva 17 con l’anteriore destra. Il thailandese torna ai box per riparare i danni provocati dalla collisone con la barriera.

Anche Max Verstappen monta gomma rossa a 15 minuti dalla fine e si migliora, rimanendo comunque in terza posizione con un distacco di 356 millesimi dal miglior tempo di Charles Leclerc, che è sempre il leader della classifica cronometrata.

Mancano ormai 10 minuti dalla fine, ed i piloti iniziano a provare il passo gara.

Tutti montano la gomma rossa, tranne Carlos Sainz che invece ha gomma gialla.

La simulazione di passo gara di queste FP2 mostra un Charles Leclerc molto veloce, con un 47 e 2 che si ripete più volte.
47 e 6 per Carlos Sainz, mentre le Red Bull si avvicinano ai tempi della Ferrari; Perez infatti arriva a girare sul 47 e 5.
Verstappen suona la carica negli ultimi secondi con un 47 e 0, effettuato con gomma rossa usata ed una macchina scarica per quanto riguarda la benzina. La differenza tra Ferrari e Red Bull rimane quindi praticamente al minimo anche per quanto riguarda il passo gara.

La classifica finale delle FP2

Arriva la bandiera a scacchi; le FP2 giungono al termine. Questa la classifica finale:

Si conclude così il venerdì del weekend di Baku. Appuntamento a domani con le FP3 alle 13 e con le qualifiche alle 16.

+ posts