Horner interviene sul porpoising e critica le lamentele di Mercedes.

Horner interviene sul porpoising e critica le lamentele di Mercedes.

13 Giugno 2022 0 Di Davide Citterio

Second Christian Horner, sarebbe ingiusto modificare il regolamento in vigore a causa del porpoising. Inoltre, sempre secondo il team principal britannico, Mercedes sta “fingendo” i dolori per portare avanti la protesta.

La Mercedes ha sofferto enormemente il problema del porpoising in Azerbaijan. Basti pensare al fatto che Russell e il suo ingegnere potevano parlare solo nella parte lenta del circuito, in quanto sul rettilineo la macchina saltava troppo e non si capivano le parole.

Anche Lewis Hamilton ha risentito del problema. Il 37enne è sceso dalla macchina dolorante ed è “preoccupato” ogni volta che sale a bordo della W13. La foto che lo ritrae uscire dolorante dalla macchina dopo il GP dell’Azerbaijan fa capire quanto sia grave e doloroso questo problema che hanno le vetture del 2022.

Lewis Hamilton esce dolorante dalla sua vettura dopo il GP dell'Azerbaijan 2022.

Christian Horner pensa che, se fosse stato nei panni di Toto Wolff, anche lui avrebbe detto ai suoi ragazzi di lamentarsi il più possibile per fare pressione alla FIA. Il team principal della Red Bull capisce pienamente il dolore provato da Lewis, ma pensa che le frecce d’argento abbiano preso “la via più facile”.

“Se fossi il tuo team manager ti direi di lamentarti il ​​più possibile alla radio per farne un grosso problema, fa parte del gioco. Sappiamo che è scomodo, ma ci sono rimedi per porvi fine. Anche se incide sulle prestazioni della vettura. La cosa più semplice da fare, lo sappiamo già, è lamentarsi per motivi di sicurezza, ogni squadra ha una scelta”, ha detto Horner al portale web GPFans.

Christian afferma che, se fosse un problema di sicurezza unanime, non avrebbe problemi a incontrarsi con le altre squadre per discutere di alcune modifiche alle regole. Tuttavia, Chris afferma che il porpoising non è così e rammenta che ci sono delle modalità per porvi fine. Come ad esempio il sollevamento dell’auto, anche se non è il massimo in termini di prestazioni.

“Se fosse un problema di sicurezza che riguarda l’intera griglia, sarebbe qualcosa che dovremmo analizzare tutti insieme. Certo, riguarda solo alcuni piloti o team ed è un problema che ognuno deve affrontare. La cosa più semplice è sollevare la macchina, ognuno ha la possibilità di farlo“, ha spiegato.

Infine, sempre secondo l’opinione di Horner, non sarebbe giusto revisionare il regolamento, perché danneggerebbe le squadre che hanno fatto un buon lavoro. Mentre avvantaggerebbe chi non è riuscito ad avvicinarsi all’obiettivo.

Perciò il britannico pensa che sia giusto lasciare tutto così com’è, almeno per questa stagione. Pertanto, la Mercedes dovrebbe trovare delle soluzioni per conto proprio.

“Puoi anche mettere un pavimento più grande, ma penso che sia un problema per i tecnici. Ci sono alcune vetture che hanno qualche problema e altre meno, ma sembra ingiusto penalizzare chi ha fatto un buon lavoro per porre fine al rimbalzo, per aiutare coloro che potrebbero aver fallito in quell’obiettivo“, ha chiuso Horner.

+ posts