# Hashtag: Il Gran Premio del Canada

# Hashtag: Il Gran Premio del Canada

20 Giugno 2022 0 Di Sebastiano Vanzetta

Passa anche il weekend del Canada, che torna in calendario dopo tre anni. È ora quindi degli hashtag. Vediamo a chi sono andati!

#mainagioia: Sergio Perez

Weekend no per Sergio Perez che già dal venerdì sembra lontano anni luce dal compagno di squadra. Al sabato rimane incastrato a muro nel Q2 mentre alla domenica viene fermato da un problema tecnico. A Checo gira tutto storto, un vero fine settimana da #mainagioia. Il messicano torna a casa con uno zero che lo allontana un po’ da Verstappen e fa riavvicinare Leclerc in classifica generale. Può capitare, ma vedere un Perez così in sordina dopo gli ultimi weekend fa strano. Hashtag, purtroppo, meritato.

#saturdaynightfever: Fernando Alonso

Tanti piloti hanno fatto una bella qualifica, ma solo uno ha fatto un qualcosa di straordinario. Stiamo parlando del sempreverde Fernando Alonso che si piazza 2° dietro al solo Max Verstappen. Il 41enne di Oviedo torna in prima fila a quasi dieci anni dall’ultima, quella di Germania 2012, dimostrando ancora una volta che il talento non ha età e che ha ancora voglia di lottare come un leone. Il Q2 passato in testa alla classifica e il giro in Q3 sono gli ultimi capolavori di un pilota ancora in grado di emozionare e di emozionarsi. L’hashtag del sabato non può che andare a lui.

#bestoftheday: Max Verstappen, Carlos Sainz, Lewis Hamilton & Charles Leclerc

A loro modo, tutti e tre i piloti sul podio e Leclerc sono stati i migliori la domenica. Max Verstappen potrebbe tranquillamente tenere un Master su come si corre una gara di F1. Sulla scia del pilota a cui ha sottratto il trono nel 2021, l’olandese è diventato una vera macchina quando si tratta di tenere il passo gara. Inoltre anche con Sainz attaccato al posteriore della RB18 per più di 10 giri Max non si è scomposto e non ha fatto alcun errore che potesse pregiudicare la sua gara. L’ennesima dimostrazione di forza.

Carlos Sainz, invece, ha fatto una delle migliori gare, se non la migliore, da quando è in Ferrari. Nel secondo stint, sulle hard, ha tenuto un gran passo che lo ha fatto riavvicinare un pochino a Max e la SC gli ha dato la possibilità di lottare per la vittoria. Il buon Carlos si è fiondato su di essa con il coltello tra i denti e per poco non l’ha spuntata. Ha fatto tutto bene fino all’ultimo e forse avrebbe meritato di più del 2° posto. Vamos Carlos!

Torna finalmente sul podio Lewis Hamilton, autore anche lui di una grandissima gara dopo le difficoltà fisiche di Baku. Si prende, anche grazie alle difficoltà di Alonso, la 3a posizione e non la molla più a suon di giri da “Hammer Time”. Questo weekend sta davanti anche al compagno Russell e si prende giustamente l’applauso di Montréal (e l’hashtag), dopo una gara da vero leone. Bollito dove?

Charles Leclerc, invece, è stato eletto Driver of the Day per la sua bellissima rimonta, da 19° a 5° in un Leclerc VS tutti gli altri. Incluso il suo stesso team che gli ha quasi rovinato la remuntada. Charles fa il massimo che può e tira fuori dei bei sorpassi, su tutti quelli su Alonso e Ocon prima del tornantino e quello su Ricciardo verso curva 8. Il monegasco porta a casa un 5° posto che, avendo scontato penalità, è oro. Questo weekend non fa la pole ma dimostra comunque che lui sta dando il 100% e sta facendo quasi tutto perfettamente. Nell’attesa che il team cominci a dargli una mano…

#andratuttobene: Mick Schumacher

Non c’è niente da fare, la domenica per Mick Schumacher rimane stregata. Al sabato fa la miglior qualifica della sua carriera sulla pioggia, mettendo la sua Haas in 6a posizione, ma la domenica viene fermato da un problema tecnico mentre è in lotta per la tanto agognata zona punti. Dispiace perché Mick ha dimostrato di poter essere un bel pilota, una qualifica così sull’acqua non è da tutti. Ora c’è da rimanere tranquilli e continuare a lavorare come si sta facendo senza pensare troppo a ciò che si dice fuori dal paddock, sperando anche che la ruota cominci a girare a favore. Dai Mick, andrà tutto bene!

#memeoftheweekend: Box Ferrari

Se da una parte in Ferrari sono riusciti ad azzeccare la strategia con Sainz, con Leclerc si sono rivisti i fantasmi di Monaco e degli anni passati. Tra strategie ballerine, pitstop lunghi e un Xavi Marcos che ogni gara che passa sembra essere sempre più inadatto, il team sta ritornando ad essere un po’ un meme come negli anni scorsi. Si potrebbe dire che gli errori sono piccoli dettagli, ma è proprio la cura dei piccoli dettagli che si vincono i mondiali. Bravi e intelligenti a smarcare 2 Power Unit in un solo GP per averle fresche nel prosieguo della stagione, ma la domenica c’è sempre qualcosa che non funziona. Tutte cose ampiamente risolvibili, sia chiaro, ma il rischio di tornare ad essere un meme c’è.

+ posts