Mercedes “speranzosa” dopo il GP del Canada

Mercedes “speranzosa” dopo il GP del Canada

20 Giugno 2022 0 Di Daniele Donzelli

La Mercedes ha portato a casa tanti altri ottimi punti in Canada. La prestazione della W13 è incoraggiante, da Brackley filtra ottimismo in vista delle prossime gare.

Dopo le grandi difficoltà di Baku dovute al porpoising, la Mercedes può essere soddisfatta dei risultati ottenuti in Canada. Secondo podio stagionale per Hamilton, terzo, seguito da “Mr Consistency” (questo il soprannome datogli dalla squadra) George Russell, quarto. Ma l’aspetto incoraggiante per la scuderia tedesca è la competitività mostrata in una pista ritenuta non particolarmente favorevole. La coppia di inglesi ha tenuto un ottimo ritmo nel corso dell’intera gara, ed è riuscita a liberarsi facilmente delle Alpine.

Certamente la W13 non è ancora in grado di lottare con Ferrari e Red Bull, ma in quel di Montreal è stato fatto un passo in avanti. Dopo la ripartenza finale, infatti, Hamilton non ha perso in maniera esagerata dalla coppia di testa. Proprio di questo ha parlato Hamilton dopo la gara, come riportato da racingnews365.com.

“È stato bello oggi essere in mezzo alla battaglia in testa. Per un momento, alla fine, riuscivo quasi a tenere il passo di quei ragazzi (Verstappen e Sainz). Ma poi si sono allontanati negli ultimi giri. In ogni caso questo ha dato a me e alla squadra molta speranza per il futuro” ha detto l’inglese.

Secondo il campione della Mercedes, la difficoltà principale di questa stagione sta nel trovare il giusto set up. Una volta trovato, la W13 ha del potenziale da esprimere secondo Lewis.

“Penso ci sia ancora altro che possiamo tirare fuori da questa macchina. Il potenziale c’è, se riusciamo ad assettare la macchina correttamente. Proprio questa è stata la cosa più difficile quest’anno, trovare il miglior set-up. La finestra di utilizzo di questa macchina è molto, molto più piccola di altre macchine che abbiamo avuto in passato” ha spiegato.

Mercedes "speranzosa" dopo il GP del Canada

“Abbiamo seguito due strade diverse, e quella che stavo seguendo io era terribile. Quindi abbiamo raccolto tutti i dati disponibili e abbiamo fatto cambiamenti drastici al set-up. Ed oggi la macchina era molto, molto meglio. Era più in linea con le nostre aspettative, ed è stato bello. Inoltre, quando si completa un’intera distanza di gara si scoprono molte cose sulla macchina, sulla confidenza che si ha con essa, eccetera. Quindi ci sono diverse cose buone oggi” ha continuato Lewis parlando delle difficoltà riscontrate con la sua Mercedes durante le prove libere.

Hamilton infatti aveva definito la macchina “inguidabile” e aveva affermato che la situazione stava peggiorando con l’andare avanti della stagione. La gara ci ha però raccontato una storia completamente diversa.

“Con il bilanciamento di venerdì non avevo controllo sul posteriore. Lottavo continuamente contro la macchina ed era davvero difficile stare lontano dai muri. Per questo motivo non ho completato il mio long run, la vettura era semplicemente inguidabile con il set up che avevamo scelto. Era solo un esperimento per vedere se avrebbe funzionato, ma non è stato così. Così abbiamo fatto delle modifiche” ha raccontato. “In gara in termini di bilanciamento la situazione era molto migliore, avevo anche una trazione migliore. C’è stato un cambiamento dal giorno alla notte!” ha concluso Hamilton.

In ogni caso, la Mercedes deve fare ancora uno step in avanti se vuole lottare per il titolo, ma piano piano la scuderia di Brackley sta tornando…

+ posts