Ferrari chiede alla FIA decisioni più rapide durante le gare

Ferrari chiede alla FIA decisioni più rapide durante le gare

21 Giugno 2022 0 Di Daniele Donzelli

Binotto, parlando per la Ferrari, si è lamentato della lentezza della FIA in alcune situazioni di gara. In particolare, è finito sotto la lente d’ingrandimento l’ingresso della Safety Car.

La Safety Car (e Yuki Tsunoda, anche se involontariamente) ci hanno regalato un finale GP più avvincente in Canada. Sainz infatti ha potuto effettuare la sua sosta per montare un nuovo set di gomme hard e a rimanere vicinissimo a Verstappen proprio grazie alla vettura di sicurezza. Il pilota Ferrari non è riuscito a vincere la gara, ma ha messo sotto pressione il campione del mondo in carica fino all’ultimo giro. In ogni caso, Binotto ha evidenziato la lentezza della direzione gara nel mandare in pista la Safety Car.

È stata evidente sin da subito a tutti, infatti, la necessità di far rallentare le vetture in pista. L’AlphaTauri di Tsunoda ha centrato le barriere in un punto abbastanza scomodo, e i commissari hanno impiegato abbastanza tempo per sgomberare la pista. Nonostante ciò, la direzione gara ha impiegato 40 secondi per ufficializzare l’ingresso della SC. Per il team principal della Ferrari è necessario prendere delle decisioni più nette e rapide.

“Penso che ci sia voluto molto tempo da parte della direzione gara per prendere una decisione sulla Safety Car. In quel momento, Carlos era in testa alla gara, e la SC è stata fatta uscire quando lui era alla fine del rettilineo finale, all’ingresso dell’ultima curva (dove c’è la corsia per entrare in pit lane)” riporta gpfans.com. “La squadra ha reagito davvero bene, perché avevamo solo un secondo per reagire, e abbiamo reagito in un secondo. Senza una risposta del genere da parte del team, sarebbe stata una situazione molto difficile e brutta per Sainz. Abbiamo bisogno di decisioni più precise e veloci, perché ci è voluto davvero molto tempo per decidere” ha affermato Binotto a nome di tutta la Ferrari.

Ferrari chiede alla FIA decisioni più rapide durante le gare

Come sarebbe finita la gara senza la Safety Car?

Binotto ha poi parlato anche di come sarebbe andata la gara senza l’ingresso della vettura di sicurezza. ll team principal non è certo del risultato, infatti il ritmo di Sainz era molto vicino al limite per difendersi da Verstappen. La sua Ferrari, infatti, era abbastanza veloce con la sua gomma hard.

“È difficile giudicare” ha affermato Binotto. “Sapevamo che per difendersi avrebbe avuto bisogno di essere molto veloce, girando sul 17.3, 17.4 ogni giro perché Max era molto vicino. Sarebbe stata senza dubbio una bella lotta. Devo anche aggiungere che stavamo giudicare se restare in pista o se fermarci per proteggerci anche da Lewis che aveva gomme fresche e che era molto veloce dietro di noi. Quindi stavamo monitorando la situazione, ma è molto difficile e dire come la gara sarebbe finita senza la Safety Car alla fine” ha concluso.

+ posts