La frustrazione di Lando Norris: “La macchina non è abbastanza buona”

La frustrazione di Lando Norris: “La macchina non è abbastanza buona”

22 Giugno 2022 0 Di Sebastiano Vanzetta

Non un bel GP del Canada per McLaren, che è parsa lenta in tutte le condizioni di pista. Errore ai box a parte, Lando Norris non è parso felice delle prestazioni della sua monoposto.

Weekend povero di soddisfazioni quello di McLaren in Canada, che non ha mostrato competitività ed è sembrata solo una lontana parente di quella che ha conquistato il podio a Imola. Nessuna delle due vetture di Woking, infatti, ha conquistato punti, con Ricciardo 11° e Norris solo 15°, fermato da problemi alla Power Unit, errori a box e una penalità di 5 secondi.

Una prestazione che non è sembrata convincere il buon Lando, che nelle interviste post-gara non ha nascosto la sua frustrazione per il momento no della scuderia inglese.

Nessun lato positivo

Penso che oggi è andato tutto storto” ha detto Lando. “Non c’è alcun lato positivo da cogliere” ha proseguito l’inglese che dopo Imola non è più riuscito a entrare in Top 5.

C’è stato un errore ai box ma non ho idea di cosa sia successo esattamente. Non c’erano le gomme, ed è un problema perché hai bisogno di gomme per far andare una macchina” ha poi proseguito l’inglese con il suo solito umorismo.

Alla domanda di quale sia stato il problema principale in gara, Lando ha risposto in maniera molto lapidaria. “Ritmo, velocità e grip. Praticamente tutto. La macchina non è buona abbastanza“. Proseguendo, Norris ha poi detto. “A volte la situazione è migliore, venerdì ero ottimista. Ma quando sono rimasto bloccato dietro alle Williams ho avuto grossi problemi a passare perché loro sono probabilmente i più veloci nei rettilinei, e noi siamo i più lenti. Non abbiamo praticamente ritmo. Un giorno così probabilmente va bene perché fa vedere che abbiamo ancora tanta strada davanti e dobbiamo lavorare duramente. Ti fa vedere dove sei in termini di prestazioni”.

Un Lando che quindi non è per nulla contento del livello della sua monoposto, ma che sa che bisogna lavorare duramente per ritornare ad essere competitivi.

Ha parlato anche Andreas Seidl, che ha confermato come il team analizzerà il problema avuto durante il pitstop di Norris. “Non voglio andare troppo nei dettagli perché è una cosa che dobbiamo rivedere internamente. È stato un problema di comunicazione all’interno del team, che ha causato il ritardo nella preparazione del pitstop”.

+ posts