F1 | GP Austria – Analisi passo gara: Leclerc può lottare con Verstappen

F1 | GP Austria – Analisi passo gara: Leclerc può lottare con Verstappen

9 Luglio 2022 0 Di Daniele Donzelli

L’analisi del passo gara dei piloti basata sulla Sprint Race. Ottimo ritmo della Ferrari, molto vicina a Red Bull. Attardata di qualche decimo la Mercedes.

Il sabato austriaco è stato caratterizzato dalla Sprint Race, una mini gara che ha stabilito la griglia del GP di domani vinta da Verstappen. Tutti hanno completato 23 giri di gara, con la maggior parte dei piloti che hanno optato per la gomma gialla. Quale migliore occasione di questa per avere dati quanto più possibile veritieri sul passo gara di ognuno? Analizziamo perciò i passaggi delle vetture per cercare di scoprire i favoriti per la gara di domani!

Ferrari

La Ferrari e Leclerc hanno assolutamente bisogno di recuperare quanti più punti possibili in campionato a Verstappen e alla Red Bull. I piloti del Cavallino non sono riusciti a fare niente di più che confermare le proprie posizioni nella Sprint, ma hanno mostrato un bel passo gara. Leclerc ha girato costantemente sotto il muro del 1:09 tra il giro 3 e il giro 8, mantenendo un ritmo medio attorno all’1:08 medio. Il monegasco ha alzato leggermente i suoi tempi a partire dal giro 9, ma è rimasto sempre sul piede del 1:09 basso. Considerando gli ultimi 15 giri di gara, il suo peggior passaggio è stato un 1:09.4, mentre il suo migliore un 1:08.9.
Anche il ritmo di Sainz è stato piuttosto interessante, con lo spagnolo che ha sicuramente risentito dello spiattellamento rimediato nel duello con Leclerc. Carlos ha faticato un po’ rispetto al monegasco nella prima parte di gara, in cui ha girato mediamente sull’1:08 alto. A partire dal giro 9, anche Sainz è calato leggermente, ma ha continuato comunque girando sul piede del 1:09 basso. La Ferrari ha quindi ottime speranze di poter lottare con Verstappen nella giornata di domani.

Red Bull

Verstappen ha portato alla sua squadra la vittoria della Sprint Race nella pista casalinga, ma deve ancora completare l’opera domani per essere completamente soddisfatto. L’olandese ha guidato ogni singolo giro della gara, il che è importante in quanto potrebbe non aver dato il 100% anche se è difficile immaginare una gestione della corsa con soli 2-3 secondi di vantaggio. In ogni caso, il suo ritmo è stato molto simile a quello di Leclerc. Verstappen si è costruito il suo vantaggio nei primi 2 giri, per poi girare sul piede del 1:08.5 a inizio gara. Anche lui è calato nella seconda parte di gara, ed ha girato praticamente sempre in 1:09.0, ad eccezione degli ultimi giri, in cui la Ferrari è stata leggermente più rapida.
Per quanto riguarda Perez, bisogna considerare solamente i giri in cui ha avuto pista libera, ossia gli ultimi 11. Anche il messicano ha girato in 1:09 basso (come il suo compagno di squadra in questa fase), ma è salito sul 09 medio/09 alto negli ultimi passaggi. Red Bull sembra la favorita, ma la gara sarà tutt’altro che scontata.

Mercedes

Il ritmo della Mercedes, invece, sembra leggermente più lento rispetto ai due top team. Hamilton, avendo girato nel traffico praticamente per tutta la gara, non fa testo. Concentriamoci quindi sul ritmo di Russell. L’inglese ha percorso tutta la gara nella terra di nessuno, sempre a distanza di sicurezza dalla vettura dietro e da quella davanti. George non è riuscito, infatti, a tenere il ritmo dei big: il suo passo è stato mediamente qualche decimo più lento. Il nativo di King’s Lynn ha girato sul 09 basso nella prima fase (fino al famigerato giro 9) perdendo circa mezzo secondo al giro dai migliori. Nella seconda parte di gara la situazione è abbastanza simile, con Russell che è peggiorato scendendo sul ritmo del 09 medio/alto. Il divario con i primi è leggermente minore: 3-4 decimi al giro. Non sembra comunque abbastanza per puntare al podio per la scuderia tedesca.

F1 | GP Austria - Analisi passo gara: Leclerc può lottare con Verstappen

Alpine

L’Alpine si è rivelata, perlomeno in questa Sprint, la miglior macchina nella lotta a centro gruppo. Con Alonso che non è neppure partito, fanno fede i giri completati da Ocon. Il francese ha girato sotto il muro del 10 per la prima parte di gara, per poi passare al 10 medio dal giro 9 in poi. Se il francese riuscirà a tenere questo passo anche in gara, porterà sicuramente a casa dei punti importanti.

Per quanto riguarda la lotta a centro gruppo, da segnalare il ritmo di Valtteri Bottas (che però partirà dal fondo per aver cambiato dei componenti) e di Kevin Magnussen. I due hanno fatto registrare tempi non troppo lontani da quelli di Ocon, e dimostrano la competitività della Haas su questo tracciato. Anche Mick Schumacher, molto probabilmente, lotterà per la zona punti con il suo compagno di squadra dopo la buona prestazione offerta nella Sprint. Non terribile neanche il ritmo dei due piloti della McLaren, che specialmente nell’ultima fase della gara si sono avvicinati al passo gara degli avversari (dati tratti da motorsportstats.com).

Appuntamento alle ore 15 con la gara di domani per scoprire la verità sul GP dell’Austria!

F1 | GP Austria - Analisi passo gara: Leclerc può lottare con Verstappen
+ posts