Le possibili strategie per il Gran Premio d’Austria.

Le possibili strategie per il Gran Premio d’Austria.

10 Luglio 2022 0 Di Nicola Cobucci

Diamo un’occhiata alle diverse opzioni strategiche disponibili per i team e i piloti in Austria per il Gran Premio.

A differenza di una settimana fa a Silverstone, c’è una chiara possibilità di portare a termine la gara con una sosta. La conferma arriva anche da quanto visto nella Sprint Race. La maggior parte del gruppo ha iniziato la Sprint Race con la media ed è riuscita ad arrivare al traguardo senza particolari problemi. Anche i piloti partiti con la soft sono stati competitivi per tutti i 23 giri.

Dato che i carichi di carburante saranno maggiori per il Gran Premio, la morbida non dovrebbe essere una scelta probabile alla partenza. Pirelli ha portato le tre mescole più morbide al Red Bull Ring e quindi la soft al via si degraderà troppo rapidamente con un’auto pesante. La media dovrebbe essere la mescola più scelta al via.

Diamo un'occhiata alle diverse opzioni strategiche disponibili per i team e i piloti in Austria per il Gran Premio.

Uno stint di apertura compreso tra 24 e 32 giri consentirà ai piloti di passare alla mescola dura. La hard è una gomma costante che è circa 3 decimi al giro più lenta rispetto alla media.

Si prevede che le due soste per utilizzare la soft dovrebbero essere fino a 15 secondi più lente in termini di tempo totale di gara, il che significa che tutte le squadre punteranno allo stop unico. Dato quanto è probabile che sia forte la mescola dura –in realtà è la mescola intermedia delle cinque disponibili nella gamma Pirelli – c’è una buona opportunità per gli altri di iniziare con la dura e puntare a un primo stint più lungo.

Quello che fa la gomma dura è dare flessibilità. La hard non dovrebbe presentare gli stessi problemi di riscaldamento che ha avuto la dura a Silverstone (a Silverstone la dura era anche la mescola Pirelli più dura in assoluto – la C1 – mentre questo fine settimana è la C3, la gomma che in realtà era la morbida lo scorso fine settimana.)

Diamo un'occhiata alle diverse opzioni strategiche disponibili per i team e i piloti in Austria per il Gran Premio.

Per eseguire la strategia opposta a quella che potrebbe essere utilizzata da coloro che iniziano davanti, lo stint di apertura dovrà essere compreso tra i 38 e i 45 giri, prima di passare alle medie e poter spingere fino al traguardo.

C’è un altro modo di gestire l’unica sosta partendo con le dure, con un primo stint ancora più lungo. La gomma dura dovrebbe essere utilizzabile per oltre 50 giri, il che significa che quelli più indietro potrebbero optare per quella mescola all’inizio e poi correre il più a lungo possibile nella speranza che una Safety Car offra loro l’opportunità di un pit stop.

Se raggiungessero il 46° giro, si potrebbe prendere in considerazione il passaggio alla mescola morbida, in quanto lo pneumatico avrà una vita molto più lunga verso la fine della gara quando il carico di carburante è inferiore e la pista presenta un grip maggiore.

+ posts