Verstappen corre ai ripari: “Dobbiamo capire e analizzare i problemi”

Verstappen corre ai ripari: “Dobbiamo capire e analizzare i problemi”

14 Luglio 2022 0 Di Davide Citterio

Max Verstappen è tornato a parlare del GP d’Austria, invitando la Red Bull ad analizzare e non lasciare al caso nessun problema avuto.

Max Verstappen non è riuscito ad imporsi nuovamente, come accaduto l’anno scorso, in quel del Red Bull Ring.

Il pilota olandese ha ottenuto la pole position nelle qualifiche del venerdì e ha vinto la Sprint Race del sabato. Tuttavia, le due precedenti conquiste non sono state sufficienti per garantire la vittoria a Max.

Infatti, man mano che la gara andava avanti, la differenza di passo tra le Ferrari e la Red Bull di Verstappen era sempre più evidente. Basti pensare che Leclerc è riuscito a superarlo per ben tre volte.

Il problema principale avuto dalla scuderia di Milton Keynes è stato l’eccessivo degrado delle gomme. Ma, nonostante ciò, il nativo di Hasselt ha esortato la sua scuderia ad analizzare tutti i problemi e non lasciare nulla al caso.

“Dobbiamo capire i problemi”

“Penso che il secondo posto sia ok, perché per tutta la gara siamo stati troppo lenti“, ha detto Verstappen a ServusTV.

“La Ferrari è stata semplicemente più veloce. Normalmente siamo bravi con le gomme, ma qui abbiamo avuto problemi.

“Dopo due giri eravamo più lenti del previsto e la Ferrari era più veloce del previsto. Sono stati veloci anche negli ultimi otto giri della Sprint.

“Pensavo che dopo lo Sprint potessimo ancora migliorare la macchina, ma non ha funzionato.

“Alla fine [della gara], Charles ha avuto anche un problema con l’acceleratore. Ma poi eravamo solo due o tre decimi più veloci al giro.

Dobbiamo capire quei problemi e analizzeremo tutto“.

Verstappen e la scelta di non combattere

Durante i tre momenti in cui Verstappen è stato sorpassato da Leclerc, sembrava come se l’olandese non cercasse di difendersi. Siamo sempre stati abituati ad un Max più aggressivo.

Anche la decisione di non combattere è frutto di una riflessione sul passo dimostrato dal team di Maranello, molto più veloce di qualsiasi altra scuderia.

“Certo, mi ero già reso conto che eravamo troppo lenti“, ha dichiarato Verstappen.

“Ho provato a fare qualcosa, ma dopo qualche giro vedi che non hai scampo. Poi, certo, hai lasciato passare Charles senza correre troppi rischi”.

Max Verstappen e Charles Leclerc
Max Verstappen e Charles Leclerc

Nella sfortuna, il 24enne di Hasselt ha avuto fortuna. La gara poteva, infatti, terminare con entrambe le Ferrari davanti a tutti. Purtroppo, però, un problema di affidabilità ha costretto Carlos Sainz al ritiro.

“Fino al giro in cui [Sainz] è uscito, ho pensato che il terzo posto fosse il massimo, perché entrambe le Ferrari erano più veloci”, ha detto Verstappen.

“Come squadra, siamo stati fortunati a finire secondi. Per noi come squadra, ovviamente, è stato positivo”.

+ posts