Binotto: “Fiducia totale in Leclerc, ci sono 10 gare da vincere”

Binotto: “Fiducia totale in Leclerc, ci sono 10 gare da vincere”

24 Luglio 2022 0 Di Alessio Donzelli

Mattia Binotto perdona l’errore di Leclerc, finito a muro nel corso del GP di Francia, e guarda avanti, puntando a vincerle tutte.

“Voltiamo pagina”, dice il team principal della Ferrari. Delle parole che abbiamo sentito troppo spesso in questa stagione. Stavolta l’errore è stato di Leclerc, che ha perso la macchina finendo contro le barriere nel corso del giro 18 del GP di Francia.

Ancora una volta, dopo la pole la Ferrari esce estremamente delusa dal risultato di domenica. Un errore definito “imperdonabile” dalla stesso Charles, e che pesa come un macigno sul mondiale: con la vittoria di oggi, Verstappen ha 63 punti di vantaggio su Leclerc.

Un errore come questo, però, fa parte del percorso di crescita del monegasco e, per quanto doloroso per lui come per i tifosi del Cavallino, bisogna effettivamente guardare avanti.

Charles è stato molto duro con se stesso dopo la gara, sostenendo che se perderà il mondiale per 32 punti sarà per colpa degli incidenti di Imola e di oggi. Mattia Binotto lo ha invece giustamente perdonato e mantiene la completa fiducia nei suoi confronti.

“Mi ha detto le stesse cose, e io l’ho corretto. Di punti se ne sono persi tanti e anche in altri modi, e ne guadagneremo tanti. Dobbiamo guardare ai punti ancora da vincere e non a quelli persi.“, ha sottolineato il team principal nell’intervista post-gara ai microfoni di Sky Sport.

Binotto rimane convinto delle qualità immense di Charles ed ora punta a vincere tutte e dieci le gare da qui a fine stagione. “Charles è un campione, nessuno lo metterà mai in dubbio. Abbiamo tutti totale fiducia in lui, gli ho detto che ci sono dieci gare, proviamo a vincerle tutte”.

Binotto: "Fiducia totale in Leclerc, ci sono 10 gare da vincere"

Vista la competitività dimostrata ancora una volta nella gara di oggi, la Ferrari va in Ungheria per fare doppietta. “Anche oggi sul degrado gomme avevamo la meglio sulla Red Bull. Tutto andava per il verso giusto, a dimostrazione che la macchina è competitiva, e l’ha dimostrato anche Carlos. Quindi dobbiamo puntare a una doppietta in Ungheria. Voltiamo pagina.“, ha detto Binotto.

Discutere di un errore non ha senso, Leclerc sta già parlando con gli ingegneri, ha già il sorriso, è la forza di un campione che sa anche voltare pagina. E noi con lui. Problemi con l’acceleratore? Nessuno, nulla a che vedere con l’incidente”.

Molto spesso, tra problemi di affidabilità, errori di strategia ed errori dei piloti, alla fine la Ferrari non ha concretizzato abbastanza quest’anno. Lo riconosce lo stesso Mattia. “Per vincere bisogna essere perfetti, e a volte anche fortunati. Ci stiamo facendo le ossa. Questa Ferrari ha fatto un salto incredibile rispetto alle stagioni passate. Ci stiamo provando tutti, in ogni modo, dando spettacolo. Non ci sta andando bene per alcuni motivi.

“Da qui in poi abbiamo la consapevolezza di avere una macchina che ci deve dare soddisfazione. Voltiamo pagina.” Il mondiale sembra ormai quasi finito, ma giustamente Binotto non demorde: “Ce la siamo resa più difficile, ma non è impossibile”.

Con 63 lunghezze da Verstappen, bisognerebbe effettivamente vincerle tutte da qui alla fine dell’anno, come spera Binotto, dovendo recuparare una media di 6,3 punti a gara. Sainz potrebbe essere un alleato in caso di doppiette per togliere qualche punto a Max.

Infine, il team principal ha chiarito la scelta di effettuare un’altra sosta nel finale con Carlos, autore di una grande gara. “È stata una scelta corretta, con lui ci siamo già chiariti, non c’era sufficiente gomma per arrivare in fondo. Così facendo ha anche fatto il giro veloce prendendosi un punto. Sorpassi? Ha avuto un grande coraggio, dopo i tempi in qualifica ha completato un grande weekend”.

Binotto: "Fiducia totale in Leclerc, ci sono 10 gare da vincere"
+ posts