F1 | GP di Francia: Verstappen trionfa davanti ad Hamilton. Leclerc a muro

F1 | GP di Francia: Verstappen trionfa davanti ad Hamilton. Leclerc a muro

24 Luglio 2022 0 Di Tommaso Pelizza

A Le Castellet trionfa Max Verstappen davanti alle 2 Mercedes. Allarme rosso per Leclerc che va a sbattere contro le barriere e si allontana da Max. Top 5 per Carlos Sainz e punti per Lance Stroll.

Partenza e primi 10 giri

Si spengono le luci! Si parte!

Ottima partenza per Leclerc, ma anche (e soprattutto) per Fernando Alonso, che riesce subito a salire in quinta posizione andando a passare sia Norris che Russell.
In un primo momento Hamilton cerca di affiancarsi a Verstappen dopo aver sopravanzato Checo Perez, ma deve alzare il piede di curva 1.

Già contatti al primo giro; Esteban Ocon, pilota di casa, va a toccarsi con Tsunoda alla chicane che succede il rettilineo del Mistraal. Il giapponese va in testacoda, mentre Ocon riesce a continuare senza gravi danni alla monoposto.

Yuki Tsunoda in testacoda dopo il contatto con Ocon

All’inizio della quarta tornata Max Verstappen si riavvicina a Charles Leclerc, che aveva aperto un gap di un secondo nelle prime 3 tornate.
L’olandese si porta a 4 decimi dalla rossa numero 16 nei primi 2 settori, ma nel 3° parziale Leclerc si riporta sopra al secondo, permettendosi di guadagnare un po’ di ossigeno.
Nel frattempo Esteban Ocon riceve una penalità di 5 secondi per aver causato il contatto con Yuki Tsunoda nel corso del primo giro.

Al giro numero 6 Verstappen si attacca a Leclerc, che scoda all’uscita della chicane del Mistraal. Ciò permette a Max di cercare il “buco” per attaccare il monegasco. Max cerca di affiancarsi a Le Beausset, ma non conclude il sorpasso a causa del punto abbastanza proibitivo. Si prospetta una battaglia interessantissima per tutto il resto della gara.

Nelle retrovie nel frattempo, la rimonta di Carlos Sainz procede bene. L’alfiere spagnolo della rossa occupa la dodicesima posizione alla fine del 10° giro, e non è lontano da Sebastian Vettel.

Prosieguo della prima metà di gara

Giro 13/53: Leclerc si porta sopra al secondo e si allontana da Verstappen, che ora dovrà cercare di riprendersi il DRS nei prossimi giri, anche se non sarà facile; perché il monegasco gira 4 decimi più veloce del campione del mondo uscente. Là dietro Carlos Sainz entra in zona punti, passando Lance Stroll alla chicane di curva 8 e 9. Ora è caccia a Daniel Ricciardo, che occupa l’ottava posizione.
Al giro 15 abbiamo un nuovo record! Fernando Alonso infatti totalizza il numero di giri di gara più alto mai percorsi da un pilota in Formula 1, superando Kimi Raikkonen.

16° giro: pit-stop per Max Verstappen, che esce dalla pit-lane in settima posizione dietro a Lando Norris. L’olandese va a montare gomma bianca.

Giro 18: colpo di scena!

Leclerc va a sbattere all’uscita di Le Bousset, è ritiro per il monegasco! Cambia completamente la gara!

Leclerc contro le barriere

Testacoda per il monegasco. Safety car in pista e tutti ai box tranne Verstappen rientrato poco prima, Vettel e Latifi.
Lewis Hamilton effettua il pit stop e rientra appena dietro a Max.
Al 20° giro viene annunciato il rientro della safety car. Gara che quindi riprende.

Verstappen non aspetta e strappa prima delle ultime 2 curve allontanandosi da Hamilton. Sainz (che in regime di safety car ha montato gomme gialle) in ripartenza supera Norris salendo in sesta posizione, e dando la caccia ad Alonso che si trova in top 5. Sorpasso facile per Carlos, che viene avvantaggiato anche dall’ala mobile sul rettilineo del Mistral.

Contatto nelle retrovie tra Zhou e Mick Schumacher al giro 23. Testacoda per Mick ed ala danneggiata per Zhou che rientra ai box, subito dopo al giro 24 Sainz riceve 5 secondi di penalità a causa di un unsafe release durante la sua sosta ai box.

L’unsafe release di Sainz ai danni di Alexander Albon

Seconda metà di gara

Carlos Sainz si porta sugli scarichi di George Russell, che riesce a mantenersi davanti allo spagnolo fino al 30° giro, in cui Sainz riesce a passare George all’esterno di Signe con una manovra maiuscola. Gran sorpasso per il 55 che si porta in quarta posizione andando a caccia del podio, distante 2 secondi e mezzo.
Al 36° giro su 53, mentre Esteban Ocon si trova in battaglia con Daniel Ricciardo e Pierre Gasly sorpassa Kevin Magnussen per la quattordicesima piazza, Carlos Sainz si porta sotto al secondo, entrando nella zona DRS di Sergio Perez.

Altro contatto nelle retrovie! Questa volta tra Nicholas Latifi e Kevin Magnussen, con il pilota Williams che va in testacoda. Entrambi rientrano ai box, ma solo uno dei due rientra in pista; infatti il danese si ritira.

Al 41° giro Sainz riesce ad attaccare Perez; i 2 ingaggiano una battaglia spettacolare nell’ultimo settore, rimanendo ruota a ruota addirittura sul rettilineo, con Sainz che riesce poi a confermare il sorpasso in curva 1. Con questa battaglia George Russell riesce ad avvicinarsi a Perez, e si affianca prendendosi l’interno alla chicane, i 2 vengono a contatto, Checo è costretto ad uscire di pista e rientrare davanti a Russell, che in radio si lamenta del messicano chiedendo indietro la posizione.

Nel giro successivo Carlos Sainz rientra ai box per montrare un altro treno di gomme gialle e rientra in pista dietro a Norris ed Alonso. Sainz al giro 46 sorpassa Norris a Le Bousset e si avvicina subito ad Alonso, che sorpassa al giro 48 riportandosi in top 5.

Un po’ più avanti, Russell e Perez continuano a battagliare per il podio, con Sergio che riesce a mantenersi davanti a George.
VIRTUAL SAFETY CAR IN PISTA!

Guanyu Zhou si ferma nella via di fuga di curva 7 al giro 49, questo costringe la direzione gara a far uscire la virtual safety car che però dura poco e si conclude al giro 51.
Al momento della bandiera verde George Russell riesce a passare Perez, che era probabilmente ancora alle prese con la gestione del delta time, e si porta al 3° posto.
La battaglia tra i 2 però non è ancora conclusa, ed il gradino più basso del podio è ancora completamente in discussione. Perez prova ad attaccare George a più riprese, ma non riesce a scalfirlo.

Viene esposta la bandiera a scacchi! Vince ancora una volta Verstappen, completano il podio le 2 Mercedes di Lewis Hamilton e George Russell. Top 5 per Carlos Sainz e ritorno in top 10 per Aston Martin con Lance Stroll, che si contende il 10° posto in volata con il compagno di squadra Sebastian Vettel.

Ecco l’ordine d’arrivo finale della gara:

L’ordine d’arrivo finale
+ posts