Test post stagionali Abu Dhabi: Fernando Alonso tira le somme

Test post stagionali Abu Dhabi: Fernando Alonso tira le somme

25 Novembre 2022 0 Di Ivan Mancini

Per la prima volta dal 2007, Fernando Alonso tornerà nuovamente a guidare una vettura motorizzata Mercedes. Il pilota asturiano ha condotto 97 giri a bordo dell’Aston Martin durante i test post stagionali, esprimendo pareri positivi sul propulsore tedesco.
 

A 41 anni suonati, e con 19 stagioni sulle spalle, Fernando Alonso ha ancora la grinta e la fame di un rookie. Il pilota spagnolo è un emblema della Formula 1 e del motorsport in generale, ha vinto e convinto, ma di appendere guanti e casco al chiodo proprio non ne vuole sapere. L’idea di un ritiro non scalfisce minimamente la tempra dell’asturiano che, nonostante l’età, è pronto a mettersi nuovamente in gioco e ad aprire un nuovo capitolo della propria carriera presso Aston Martin. Alonso ha grandi progetti per il proprio futuro – il suo sogno mai celato è quello di vincere il terzo Titolo Piloti – ed è apparso decisamente entusiasta di correre con gli inglesi della Aston Martin, sposando l’ambizioso progetto di Lawrence Stroll.

Già al momento della firma (e del conseguente annuncio ufficiale) Alonso si era detto felice al 90% di poter correre per lo storico marchio inglese, ma la percentuale è decisamente salita dopo il riscontro positivo di inizio settimana. Martedì, infatti, le venti vetture di Formula 1 sono scese in pista per il consueto appuntamento con i test post stagionali, per raccogliere gli ultimi dati del 2022 ed iniziare al meglio il prossimo campionato. In questa occasione il due volte campione del mondo, in qualità di futuro pilota Aston Martin, ha avuto la possibilità di testare la AMR22, guidando per la prima volta dal 2007 una vettura motorizzata Mercedes.

Alonso Test Abu Dhabi 2022
I test post stagionali di Fernando Alonso, a bordo di una Aston Martin priva di sponsor poiché ancora sotto contratto con i francesi dell’Alpine

 

Le parole di Alonso

È un onore per me guidare per un marchio così iconico. Al momento della firma ero felice al 90 percento, poi quando la squadra ha iniziato a migliorare e ha concluso la stagione alla grande, lo ero al 100 percento. Questa mattina invece ero felice più del 100 percento. […] I primi giorni con una nuova squadra sono sempre qualcosa di speciale, ma il potenziale della squadra e il talento che vedo qui è davvero eccezionale. Quindi sono davvero, davvero felice” ha esordito Alonso al termine dei test di Abu Dhabi.

Nell’intervista rilasciata ai media il pilota spagnolo non si è trattenuto dal lanciare una frecciatina verso l’ormai ex scuderia, Alpine, che più volte lo ha limitato in gara a causa dell’eccessiva fragilità della A522. “Quando mi hanno detto il chilometraggio ero un po’ preoccupato, perché quel numero è un po’ alto per i miei standard. Ma comunque abbiamo coperto 97 giri senza problemi, quindi il motore è decisamente eccezionale” ha ammesso Alonso.

In effetti la scorsa stagione del pilota spagnolo è stata contornata da ben 5 ritiri, l’ultimo dei quali arrivato proprio durante il Gran Premio di Abu Dhabi, ultima gara del mondiale. Il paragone tra il propulsore Renault e quello Mercedes pende decisamente a favore dei tedeschi, soprattutto in termini di affidabilità e di prestazioni, e Alonso ne è perfettamente consapevole. A maggior ragione dopo i 97 giri dei test, dove il due volte campione del mondo è stato in grado di conquistare il terzo miglior tempo con un crono di 1:26.312.

Fernando Alonso Alpine GP Spagna 2022
Il ritiro di Fernando Alonso durante il GP di Spagna 2022

 

Qualche considerazione finale

Nel complesso possiamo dunque parlare di un Alonso decisamente felice dell’imminente cambio di casacca, pronto a cimentarsi in questa nuova avventura e nel relativo addestramento. A tal proposito, per stessa ammissione dello spagnolo, la parte più dura del percorso di preparazione sarà allenarsi con costanza durante l’inverno, soprattutto al simulatore, per familiarizzzare con i differenti comandi dell’Aston Martin, e per fare in modo che queste nuove azioni diventino una normale routine.

Sono rimasto felicemente sorpreso da tutto, ma l’auto di quest’anno non è neanche lontanamente vicina a quella che useremo l’anno prossimo. La prossima auto non sarà un’evoluzione di questa, quindi non c’è davvero molto di cui potersi fidare. Ora l’importante è ripercorrere nella mia mente tutto ciò che ho visto e sentito. Dovrò lavorare duro quest’inverno passando tante ore al simulatore per familiarizzare con i comandi al volante, le procedure e tutto ciò che c’è di diverso rispetto a quanto ho fatto negli ultimi anni. Dovrò allenarmi fin quando non diventerà tutto automatico nella mia testa e nelle mie dita, così sarò sicuro di arrivare in Bahrain pronto al 100 percento“.

Certo, ci sono piccole cose da modificare, ma la maggior parte di esse sono legate al comfort, quindi non sono relative al bilanciamento in sé o al comportamento della macchina” ha dichiarato in conclusione Alonso. Il 41enne di Oviedo ha lamentato la scomodità del sedile, naturalmente non congeniale alle sue forme, che gli ha causato un indolenzimento della parte sinistra del corpo. Ma questo, ovviamente, non sarà un problema del prossimo anno.

Fernando Alonso (Aston Martin) durante i test Abu Dhabi 2022

 

Seguici sui nostri canali social!

Sei un grande appassionato della Formula 1? Vuoi seguire tutte le news? Bene! Seguici sui nostri canali Instagram e Telegram! Nessun costo, tutto gratis. Mi raccomando, se ritieni interessanti i nostri articoli, condividili con chi vuoi. Buon proseguimento di lettura sul nostro sito!

+ posts