Wolff spiega le motivazioni della partenza di Bottas dalla Mercedes

Wolff spiega le motivazioni della partenza di Bottas dalla Mercedes

21 Dicembre 2022 0 Di Davide Citterio

Toto Wolff torna a parlare della scelta di Valtteri Bottas di lasciare Mercedes per andare in Alfa Romeo, spiegandone le motivazioni.

La scorsa stagione Vatteri Bottas ha deciso di separarsi dalla Mercedes, dove era il secondo pilota da ormai cinque anni, per trasferirsi in Alfa Romeo, dove sarebbe diventato il primo pilota della scuderia.

Questa nuova prospettiva di “trascinatore”, unita anche alla troppa pressione e alle continue critiche esterne che subiva, hanno avuto un ruolo fondamentale nella decisione del finlandese, che – come detto soprastante – ha optato per cambiare aria.

Anche per Toto Wolff, team principal di Mercedes ed ex capo di Bottas, la scelta di Valtteri è perfettamente comprensibile ed è avvenuta al momento giusto.

“Penso che sia stato anche un buon momento per Valtteri per lasciare la squadra, perché la pressione su di lui era enorme e non voleva fare il gregario ha detto Wolff a Channel 4.

Inoltre, il team principal delle frecce d’argento ha aggiunto che ora vede il suo ex pilota più felice di quanto fosse in Mercedes: “Penso che averlo liberato da quella pressione, ora che corre con l’Alfa, è completamente diverso e, per me, sembra anche più felice piuttosto che in questa pentola a pressione alla Mercedes“.

Valtteri Bottas sostiene un'intervista come pilota Alfa Romeo.
Valtteri Bottas sostiene un’intervista come pilota Alfa Romeo.

La decisione sul sostituto di Bottas

Il sostituto di Bottas, George Russell, è stato a lungo oggetto di previsioni dei fan, che lo vedevano in Mercedes dopo l’addio del pilota finlandese.

Toto Wolff ha rivelato che lui stesso voleva Russell a bordo di una delle vetture della scuderia tedesca già da molto tempo; tuttavia, Wolff non voleva assumere il pilota britannico finché Bottas non avesse trovato una nuova sistemazione.

“Per quanto riguarda il processo decisionale [su quando portare Russell alla Mercedes], sapevo da piuttosto presto che volevo avere George in macchina, ma non mi sono impegnato con George prima di sapere che Valtteri avesse trovato un buon posto.

“Non mi sono impegnato con lui e non l’ho comunicato con nessuno al di fuori perché questo è il rispetto che ho per le persone a cui tengo ha spiegato il nativo di Vienna, dimostrando tutta la stima che nutre verso i suoi piloti.

“Quando la squadra di Valtteri ha concluso con Sauber nel corso di agosto, durante il periodo di pausa, poi sono tornato da George e gli ho detto: ‘Noi volevamo che tu fossi in macchina sapendo che Valtteri aveva il suo posto’. E ho detto a George, perché ovviamente per lui era un lungo periodo da aspettare: ‘Farò lo stesso per te’, e che credo abbia capito” ha concluso Wolff.

A Valtteri manca la Mercedes?

Bottas ha espresso il suo parere dicendo che, ovviamente, ha perso la Mercedes, ma l’Alfa Romeo rappresentava l’unica scuderia con cui voleva gareggiare.

“Naturalmente in qualche modo ti mancheranno sempre tutte le squadre precedenti. Non c’è dubbio, mi manca la Williams, mi manca la Mercedes; ovviamente ho avuto modo di conoscere molte persone lì” ha detto Valtteri.

“Ma, come ho detto all’inizio di quest’anno, la mia sensazione è ancora che io non vorrei essere da nessun’altra parte al momento.

Voi cosa ne pensate del trasferimento di Bottas in Alfa Romeo? È stata una scelta giusta?

+ posts