FIA vieta ai piloti di mandare messaggi politici.

FIA vieta ai piloti di mandare messaggi politici.

21 Dicembre 2022 0 Di Francesco Zilli

La FIA ha vietato a tutti i piloti, compresi quelli di Formula 1, di esprimere ogni tipo di messaggio politico, religioso o personale non neutrale senza il permesso della federazione.

Con un aggiornamento del regolamento sportivo, che detta sanzioni a tutti gli atleti nel motorsport, compresa la Formula 1, è stata istituita una nuova infrazione. L’articolo 12.2.1.n afferma che i piloti saranno ritenuti responsabili di violazione del regolamento se esibiscono “frasi o messaggi politici, religiosi e personali in contrasto al generale principio di neutralità promosso dalla FIA, se non precedentemente approvato dalla Federazione

Questo cambiamento arriva dopo qualche anno in cui alcuni piloti portato sul tracciato magliette oppure rilasciato interviste prendendo posizione riguardo a fatti di cronaca o di politica internazionale. Lewis Hamilton è stato il pilota che tra tutti quelli della FIA si è esposto di più.

Gli esempi passati:

Sono state diverse le reprimende che Lewis ha ricevuto per questo motivo. Nel 2020 al GP della Toscana è salito sul podio con una maglietta con scritto “Arrestate gli agenti che hanno ucciso Breonna Taylor”. Pochi giorni prima la polizia aveva uciso la donna afroamericana durante un controllo nella sua abitazione.

FIA Hamilton 2020 Tuscany F1

Dopo quell’evento la federazione ha deciso di revisionare il regolamento dal GP della Russia per evitare che ciò avvenisse di nuovo. I piloti erano erano autorizzati ad indossare solo le loro tute da gara per il podio e le interviste post gara.

Più recentemente Sebastian Vettel si è esposto su temi politici, sociali e ambientali. A partire dal GP d’Ungheria dove ha subito una reprimenda per aver indossato una maglietta a sostegno dei diritti civili. Da lì anche durante il GP del Canada ha indossato una maglietta contro i danni ambientali in Alberta. Seb ha riportato lo stesso messaggio sul suo casco il venerdì e il sabato di quel weekend, ma non la domenica, probabilmente per pressioni da parte della FIA o del team.

Vettel messaggio politico

La presa di posizione da parte della FIA però non è un atto rivoluzionario. La Federazione si è sempre dichiarata neutrale, in linea con i principi etici del Movimento Olimpico. Da adesso, ogni messaggio politico dovrà essere concordato prima di poter essere espresso.

I nostri social:

Seguici su Instagram, Telegram e i nostri altri canali social per restare aggiornato su tutte le novità.

+ posts