Albon valuta la sua prima stagione con la Williams

Albon valuta la sua prima stagione con la Williams

22 Dicembre 2022 0 Di Daniele Donzelli

Alexander Albon ha parlato del suo 2022 con la Williams, definendo questa come la sua migliore stagione in Formula 1.

Uno dei tanti aspetti da tenere d’occhio nel corso di questo 2022 è stato sicuramente il rendimento di Alexander Albn con la Williams. Il thailandese è tornato nel mondo della Formula 1 dopo un anno di stop, e non è mai scontato riuscire a fare bene in queste situaizioni. Inoltre, la competitività della FW44 non ha aiutato. Valutare la stagione di Albon, quindi, resta piuttosto complicato. Difficile anche dare peso al confronto con il compagno di squadra, viste le molto deludenti prestazioni di Latifi in questa stagione. Quindi, chi meglio di lui può spiegarci l’andamento della sua annata?

In un’intervista rilasciata a motorsport.com, Albon ha raccontato di avere sensazioni molto positive riguardo al suo ritorno in F1. Il pilota della Williams crede infatti che quest’ultima sia stata la sua miglior stagione in assoluto.

“Penso che sia stato un anno difficile per certi versi. Ma personalmente credo anche che è stato un anno molto positivo. Penso che sia stato il mio anno migliore in F1” ha esordito. “Non ho fatto molte stagioni, ma dei tre, è stato quello in cui sono stato più forte. Inoltre, credo di essere ceresciuto come pilota, che è la cosa più importante. Penso di essere riuscito a sfuttare al meglio l’esperienza accumulata in questi anni, sento di aver ottenuto il massimo. È difficile dall’esterno giudicare come è andata questa stagione. Ma dal mio punto di vista è stato molto positivo” ha spiegato Albon.

Il thailandese ha poi raccontato di aver riguadagnato la giusta fiducia dopo la “bocciatura” della Red Bull. Il momento chiave è stato, stando alle sue parole, il GP di apertura il Bahrain. Qui, Albon si è subito sentito a suo agio con la macchina, e tutte le paure e i dubbi sulle proprie capacità sono scomparsi.

“Quest’anno avevo in mano la macchina, sono stato in grado di spingere al limite. Da questo punto di vista ho faticato un po’ nel 2020. Avevo iniziato a perdere il controllo della macchina. Nel 2020, lasciavo che la macchina facesse ciò che voleva per poi adattarmi”.

Albon ha sentito la macchina un po’ più sua rispetto alla sua precedente esperienza in Red Bull, e questo lo ha aiutato.

“Quest’anno invece, sono riuscito a mettere la macchina dove volevo. E non intendo dire che è più stabile, perché non lo è. Ma sì, a onestamente la prima volta che l’ho guidata mi sono sentito subito bene. Tutto è partito da lì. Con il passare delle gare ho avuto sempre più feeling con la macchina, e naturalmente i buoni risultati mi hanno aiutato” ha concluso.

+ posts