Simulatore e galleria del vento: il punto in casa McLaren

Simulatore e galleria del vento: il punto in casa McLaren

3 Gennaio 2023 0 Di Ivan Mancini

Zak Brown, direttore esecutivo McLaren, ha fatto il punto della situazione riguardo lo sviluppo delle nuove infrastrutture. Secondo quanto affermato dal manager statunitense, i vantaggi dovuti al nuovo simulatore e alla galleria del vento saranno apprezzabili solamente con la monoposto del 2025.
 

McLaren è sempre stata una scuderia pioniera in termini di innovazioni. È proprio il team di Woking, infatti, ad aver sdoganato l’utilizzo dei simulatori in Formula 1, derivandoli dall’ambito aeronautico, battendo per prima una strada che all’epoca, per certi versi, era ancora inesplorata. Ma ora, dopo svariati anni di attività, il peso del tempo si fa sentire. Il simulatore McLaren è ormai obsoleto rispetto la concorrenza e anche la galleria del vento di Colonia (ex stabilimenti Toyota in Germania) risulta essere arretrata rispetto la proposta dei team rivali, che nel corso degli anni hanno avuto modo di rendersi indipendenti in tal senso.

Galleria del vento McLaren
La galleria del vento dove McLaren conduce i propri test

Soprattutto se si considera che i diretti avversari, Aston Martin in primis, hanno investito ingenti capitali per modernizzare le infrastrutture, mentre Alpine ha rinforzato il coordinamento tra i dipartimenti di ricerca già esistenti, ottenendo grossi benefici. Proprio per prevenire questa discrepanza tra McLaren e le restanti scuderie di centro gruppo, i vertici del team britannico hanno già da tempo predisposto un pesante rinnovamento delle fabbriche già operative, dislocate in Germania e in Inghilterra.

 

Un investimento a lungo termine

Un’operazione laboriosa, un vero investimento a lungo termine dal momento che la scuderia potrà usufruire di tali benefici solo tra svariati anni, quasi in concomitanza con il prossimo cambio regolamentare. Zak Brown,amministratore delegato del team di Woking, ha infatti osservato che le nuove infrastrutture saranno pienamente operative solo nella seconda metà del 2023, quando ormai la vettura per l’anno successivo sarà in parte (se non del tutto) sviluppata. Ciò significa che l’investimento del team McLaren mostrerà i suoi frutti non prima del 2025, quando i nuovi stabilimenti saranno entrati a pieno regime.

L’investimento entrerà in funzione dopo la metà di quest’anno, quando avremo già iniziato a lavorare sulla nostra auto del 2024. Ciò significa che avrà un impatto discreto sulla prossima monoposto e avrà un impatto completo solo sulla McLaren del 2025. […] Pensiamo di avere tutte le carte in regola per la stagione 2025 e siamo pronti all’80% per la stagione 2024” ha spiegato il manager statunitense in un’intervista disponibile – nella sua versione integrale – sul portale Speedcafe.com.

 

Nuove infrastrutture, giovani piloti

Ma la galleria del vento e il simulatore non sono le uniche novità che riguardano il team di Woking nel futuro immediato. A partire dalla prossima stagione, infatti, Oscar Piastri inizierà la sua avventura in Formula 1 da pilota titolare, “subentrando” al posto del connazionale Daniel Ricciardo. La line-up che McLaren schiererà in griglia di partenza nel 2023 (e possibilmente anche negli anni a venire) è a dir poco giovanile, da momento che Piastri va verso i 22 anni mentre Lando Norris ne ha compiuti 23 lo scorso novembre.

Oscar Piastri McLaren
Oscar Piastri, futuro pilota McLaren

Una coppia giovane che ben si adegua ad un progetto anch’esso giovane. Zak Brown ritiene infatti che la tempistica dei progetti infrastrutturali intrapresi sia un fondamentale per favorire non solo lo sviluppo delle monoposto, ma anche la crescita della squadra. “Penso che [la tempistica] si adatti bene al fatto che quest’anno Oscar è un rookie. Non corre da un anno, quindi avrà tutto il tempo necessario per togliersi di dosso un po’ di ruggine, ma sono sicuro non ci vorrà molto. In definitiva mi piace la srtada che stiamo percorrendo, mi piace dove siamo con i nostri piloti e con i progressi delle nostre infrastrutture tecnologiche. Sento che tutto inizierà a riunirsi davvero nel 2024 e nel 2025” ha ammesso in conclusione il manager McLaren. 

 

Seguici sui nostri canali social!

Sei un grande appassionato della Formula 1? Vuoi seguire tutte le news sul mondo dei motori? Bene! Seguici sui nostri canali Instagram e Telegram! Nessun costo, tutto gratis. Mi raccomando, se ritieni interessanti i nostri articoli, condividili con chi vuoi. Buon proseguimento di lettura sul nostro sito!

+ posts