Mercedes o Ferrari? Marko indica il rivale più temibile del 2023

Mercedes o Ferrari? Marko indica il rivale più temibile del 2023

10 Gennaio 2023 0 Di Daniele Donzelli

Red Bull è la scuderia campione in carica, ma Mercedes e Ferrari su tutte non vedono l’ora di portare a casa il titolo. Ma qual è l’avversario più temibile? Ecco la spiegazione di Helmut Marko.

Il 2022, dalla fine dell’estate in poi, è stato un campionato che ha preso una direzione ben precisa, quella della Red Bull. Ferrari e Mercedes, anche se per motivi molto diversi in situazioni molto diverse, non hanno tenuto il ritmo degli austriaci. Queste 3 squadre sono ai vertici della F1 da ormai diversi anni, ed è lecito aspettarsi che siano ancora loro a giocarsi il titolo nel 2023, anche se non sono da escludere sorprese, come ha ricordato ultimamente Lewis Hamilton. I campioni in carica, ovviamente, non hanno paura di nessuno, ma Helmut Marko ha parlato dei possibili avversati nelle dichiarazioni riportate da motorsport.com, indicando i rivali più temibili.

Secondo il consulente austriaco, Mercedes è più pericolosa rispetto a Ferrari. La scuderia di Brackley ha vinto tantissimo nel corso delle ultime stagioni, e anche questo può sicuramente dare una certa consapevolezza e autoostima a tutto il gruppo. Al contrario, la Ferrari ha attraversato un momento difficile. Per questo, secondo Marko, è Mercedes l’avversario più pericoloso.

“Direi che dovremmo temere di più la Mercedes. Soprattutto perché hanno un vantaggio sulla Ferrari sia in termini di strategie che di affidabilità” ha esordito, senza troppi giri di parole.

Mercedes o Ferrari? Marko indica il rivale più temibile del 2023

L’austriaco crede che la situazione attuale della Red Bull sia molto diversa rispetto a quella in cui si è trovata la Mercedes all’inizio dell’era turbo ibrida. Nel 2014, infatti, la scuderia tedesca aveva un grande vantaggio anche in termini di potenza ed efficacia del motore, che gli hanno permesso di fatto di essere padroni assoluti di 3 stagioni come il 2014, il 2015 e il 2016. Solo a partire dal 2017 Vettel e la Ferrari si sono avvicinati, dando filo da torcere ad Hamilton e alla sua squadra.
Red Bull, stando alle parole di Marko, non ha questo vantaggio, perlomeno in questo momento.

“La nostra situazione non è certo simile a quella della Mercedes all’inizio dell’era ibrida. Non abbiamo un vantaggio immenso sugli altri in termini di Power Unit. In quel periodo, la Mercedes aveva un margine di almeno 50 CV su tutti gli altri” ha detto.

Il consulente Red Bull si aspetta quindi un 2023 più incerto e aperto rispetto all’annata che si è appena conclusa.

“Inoltre non dobbiamo dimenticare che il 2022 è stata la prima stagione con questo nuovo regolamento. Gli altri team ora sanno come abbiamo interpretato le regole e come abbiamo costruito la vettura di quest’anno. Quindi penso che la prossima stagione sarà molto più combattuta rispetto a quest’ultima” ha concluso Marko.

+ posts