Il 2022 di Lando Norris è sottovalutato?

Il 2022 di Lando Norris è sottovalutato?

12 Gennaio 2023 0 Di Daniele Donzelli

Norris ha disputato un 2022 lontano dalla luce dei riflettori. Analizziamo meglio la sua stagione con l’aiuto di Zak Brown.

Lando Norris e la McLaren non possono dirsi soddisfatti del 2022, considerando le premesse iniziali. Il nuovo regolamento sarebbe dovuto il punto di svolta per la scuderia di Woking, ma nei fatti la MCL36 non è riuscita ad essere più che una vettura di centro gruppo. Per questo motivo, sta passando sotto traccia la bella stagione di Lando Norris. L’inglese ha tenuto a galla i suoi, portando a casa il settimo posto nella classifica piloti (avrebbe vinto anche il mondiale senza i big 6), e ha tenuto apera la battaglia nei Costruttori fino alla fine, anche se invano.

Per citare alcuni numeri, Norris è stato l’unico pilota non tra i big a salire sul podio (a Imola). Inoltre ha ottenuto 122 punti, il che significa oltre 5,5 ad ogni gara, che corrisponde ad una posizione media compresa tra il settimo e l’ottavo posto. Inutile parlare, poi, del confronto con il compagno di squadra, in cui il giovane ha nettamente primeggiato in tutto e per tutto. Rispetto al 2021, in cui aveva conquistato diversi podi e più volte aveva lottato per posizioni importanti, la sua stagione è stata meno considerata dagli appassionati, come ha ricordato Zak Brown a f1.com.

“Sta smigliorando sempre di più. Ha messo insieme alcuni giri di qualifica incredibili. Non credo che gli venga dato abbastanza credito per quanto possa essere fantastico alla guida. Spesso il suo miglior giro arriva in qualifica, proprio quando ha bisogno di farlo in Q3. E noi pensiamo ‘Wow, come ha fatto’?” ha esordito l’amministatore delegato della McLaren.

Un altro aspetto positivo del 2022 di Norris è la capacità di sbagliare molto raramente (solo due ritiri, Miami e Brasile). Lando è stato molto pulito, seppur aggressivo e abile, nel corpo a corpo.

“Fa pochissimi errori, raramente ne commette di grandi. Lui, rispetto a quando ha iniziato, ha una grande fiducia in sé ma non arroganza. Inoltre, è in sintonia con la squadra e la macchina da corsa… Facendo un confronto con la prima stagione, la sua abilità in battaglia è nettamente migliore” sono state le parole di Brown.

Infine, l’americano ha parlato del confronto che ci sarà con Piastri. L’AD McLaren crede che l’australiano sia un ottimo pilota, e lavorare insieme a Norris non può che aiutare entrambi.

“Pensiamo che Oscar [Piastri] sia un pilota sensazionale. Ha vinto un sacco di campionati nel suo primo anno, il che mostra che è un pilota speciale. Ha un grande approccio da punto di vista mentale allo sport. Ora che Lando ha molta esperienza, pensiamo di avere un bel mix di esperienza e giovinezza. I nostri piloti sono giovani. Quindi, siamo tutti molto contenti del potenziale della nostra coppia formata da Norris e Piastri in vista del prossimo futuro” ha concluso.

Per certi versi, possiamo assolutamente affermare che il 2022 di Norris è sottovalutato. Nel mondo della F1, però, è normale rimanere lontano dalla luce dei riflettori, specialmente se si guida in un team di media fascia. Riusciranno l’inglese e la McLaren a fare qualcosa in più nel corso della prossima stagione? Riuscirà Lando ad avere finalmente la sua chance in un team di punta? Non resta che aspettare l’inizio della stagione per scoprirlo!

+ posts