Hamilton torna sul 2022: “È stato un anno molto difficile”

Hamilton torna sul 2022: “È stato un anno molto difficile”

25 Gennaio 2023 0 Di Fabrizio Parascandolo

Il 7 volte campione del mondo Lewis Hamilton è tornato a riflettere sulla scorsa stagione, descrivendola come una delle più complicate della sua carriera.

L’inglese si è concentrato, in particolare, sulle conseguenze morali all’interno della squadra. La Mercedes veniva, infatti, da 8 mondiali costruttori consecutivi vinti, un record nella storia del Circus.

L’inizio di un incubo

Le aspettative, come si può immaginare, erano molto alte all’inizio dell’anno; specialmente dopo la presentazione di un progetto innovativo e unico concettualmente, quello di una vettura senza “pance”.

Secondo alcuni rumors quest’idea rivoluzionaria avrebbe dovuto dare alla Mercedes circa 1 secondo di vantaggio sugli avversari; ponendola come la favorita alla conquista del titolo. Ma così non è stato.

La W13, nata per vincere, si è rivelata la vettura più deludente dell’ultimo decennio per il team tedesco, in un 2022 che ha visto la scuderia festeggiare solamente una pole e una vittoria, ambedue ottenute da George Russell; la prima in Ungheria, la seconda in Brasile.

George Russell e Lewis Hamilton festeggiano la doppietta Mercedes, GP del Brasile 2022

Questi due episodi restano, però, innegabilmente gli unici momenti positivi di una stagione nel complesso molto complicata.

Lo spirito di squadra

Il 2022 è stato uno degli anni più difficili per la squadra, non avendo costruito una monoposto vincente abbiamo faticato e ci siamo uniti per superare tutto ciò insieme“, ha dichiarato Hamilton.

Ho lavorato con queste persone per 10 anni e non avevo mai visto qualcuno piangere, com’è successo quest’anno. In un certo senso è stato bello vedere il lato emotivo di questo sport.”

Credo che il team sia il migliore in cui io abbia mai lavorato, perché stiamo tutti spingendo come non mai per lo stesso obiettivo.

Sicuramente Lewis è stato emotivamente devastato dalla scorsa annata, la prima in F1 senza conquistare neanche una vittoria personale.

Di certo no era ciò di cui aveva bisogno dopo un 2021 terminato in quel modo, privandolo di un 8° titolo iridato per il quale si era battuto fino all’ultimo giro.

L’ottimismo per il 2023

Resta, però, proiettato verso il futuro, con lo sguardo rivolto a un 2023 che per la Mercedes inizierà ufficialmente il 15 febbraio, con la presentazione della nuova vettura.

Non vedo l’ora che inizi il nuovo anno“, ha dichiarato, “per dimostrare a tutti di cosa siamo capaci“.

+ posts