Piastri in vista dell’Hungaroring: “Seconda forza o sesta forza”

Piastri in vista dell’Hungaroring: “Seconda forza o sesta forza”

14 Luglio 2023 1 Di Nicola Cobucci

Se sulla carta Silverstone rappresentava un circuito amico per McLaren, il team di Woking cercherà risposte all’Hungaroring, un tracciato dalle caratteristiche totalmente opposte.  

Dopo la loro migliore prestazione della stagione finora a Silverstone e un’altra ottima prestazione una settimana prima al Red Bull Ring, la forma di McLaren alla prossima gara in Ungheria è più difficile da prevedere, afferma Piastri.  

“Penso che l’Austria si sia sempre adattata abbastanza bene alla McLaren”, ha detto Piastri a Wimbledon Radio Channel.  

“Siamo andati a Silverstone ottimisti che saremmo stati migliori rispetto all’inizio della stagione, ma forse non quanto l’Austria, e siamo riusciti ad essere ancora più veloci. Quindi vedremo cosa porterà l’Ungheria.”

Dopo gli aggiornamenti, McLaren ha sorpreso tutti nel GP di casa. Lando Norris ha conquistato il secondo posto, mentre solo una Safety Car ha frenato Oscar Piastri dal portare a casa un doppio podio che per il team di Woking manca dal GP d’Italia del 2021.

Se sulla carta Silverstone rappresentava un circuito amico per McLaren, il team di Woking cercherà risposte all’Hungaroring, un tracciato dalle caratteristiche totalmente opposte.  

“Penso che Silverstone si adatti abbastanza bene a noi, quindi vedremo se riusciremo a mantenere quella forma. Penso che potremmo essere di nuovo ovunque, dalla potenziale seconda squadra più veloce a, chissà, forse quinta o sesta, in quel gruppo in cui ora speriamo di trovarci con Ferrari, Mercedes, Aston e persino Alpine. L’ordine può cambiare tanto, anche la Williams ha battuto entrambe le Ferrari nel fine settimana. Quindi non puoi prendertela comoda e aspettarti di essere ovunque sulla griglia ora.” 

La situazione dietro Red Bull è molto varia: a seconda del circuito, le forze in gioco cambiano. L’abbiamo visto in Canada, dove Aston Martin si è ritrovata seconda al traguardo con Alonso. Oppure in Austria, con Leclerc alle spalle di Verstappen.  

“Ovviamente l’Ungheria è un circuito molto diverso, sembra piuttosto caldo, quindi speriamo di poter mantenere il ritmo che avevamo. Ma siamo realistici e potrebbe essere ovunque in quella top 10, si spera” ha concluso Piastri.

+ posts